TLC: ERICSSON CEDE A STOCCOLMA COME A MILANO

26 Gennaio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Sulla Piazza di Stoccolma, Ericsson ha aperto in calo del 13,08% a 103 corone svedesi, ma il ribasso condiziona il titolo anche a Piazza Affari dove la società svedese sta perdendo il 4,82% a €46,4.

La societa’ di telecomunicazioni ha annunciato i risultati 2000, che evidenziano un calo dell’utile corrente lordo nel quarto trimestre, e ha reso noto l’imminente outsourcing dell’intera linea di produzione di telefonini alla Flextronics (FLEX), società di Singapore quotata al Nasdaq, a partire dal primo aprile di quest’anno.

Pesa inoltre il dato sul quarto trimestre 2000, quando le vendite di cellulari sono calate del 17% annuo.

La misura di outsourcing comportera’ lo spostamento di 4.200 dipendenti alla Flextronics, il taglio di 600 posti di lavoro e spese eccezionali per ristrutturazione per 8 miliardi di corone.