TLC DEPRESSI, A TIM NON BASTANO I RATING ‘BUY’

12 Giugno 2002, di Redazione Wall Street Italia

I telefonici italiani stanno deprimendo il mercato. Tim e Olivetti sono le più scambiate del Mib30 e entrambe perdono circa il 3% del loro valore.

Alla società di telefonia mobile non bastano i reiterati “buy” emessi oggi da alcune banche d’affari.

Anche gli altri titoli della filiera Pirelli sono in netto calo, in linea con l’andamento settoriale europeo.

I segnali provenienti dai future Usa, ai quali i tlc e tutti i Tmt sono molto sensibili, non sono per nulla incoraggianti.

Per le quotazioni e i grafici IN TEMPO REALE di tutti i titoli azionari quotati a Piazza Affari, forniti da Borsa Italiana e relativi agli indici Mibtel, Mib30, Nuovo Mercato, Midex, Mibtes, Star, e inoltre per le convertibili, i derivati su titoli, indici (covered warrant) e per l’after hours, clicca in MERCATI nella sezione PIAZZA AFFARI.