TLC, DAL 1998 I PREZZI SONO SCESI DEL 18%

17 Maggio 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – Roma, 17 mag – “Dal momento della nascita dell’Autorità, nel 1998, secondo dati Istat, i prezzi dei servizi di telecomunicazione sono calati in Italia del 18% e sono inferiori a quelli di Paesi come la Spagna, il Regno unito e Germania, presi spesso a modello di regolamentazione del settore”. Lo ha detto il presidente dell’Autorità di garanzia nelle comunicazioni, Corrado Calabrò, ascoltato dalla commissione Affari costituzionali del Senato, nell’ambito dell’indagine conoscitiva sulle autorità amministrative indipendenti. “Desta preoccupazione – ha aggiunto Calabrò – l’andamento dei servizi nelle Poste, dove i prezzi sono cresciuti, così come nei servizi idrici nei quali l’aumento delle tariffe è tale che i costi hanno superato la media europea: nel solo 2006 il prezzo acqua corrente è aumentato del 5%”. Secondo Calabrò, “l’apertura al mercato, da sola non basta, se non è seguita da un controllo di un’autorità indipendente”.