TLC: CROLLANO SU ERICSSON, INDAGINE CONSOB

17 Aprile 2001, di Redazione Wall Street Italia

I titoli telefonici europei sono in testa ai forti cali di tutte le borse. Venerdì il gruppo svedese Ericsson dovrebbe annunciare un taglio di 6.000 posti di lavoro, confermando che il settore continua ad essere nei guai.

Il titolo perde il 6,9%, Nokia perde il 7,3% e Alcatel cede il 7%.

A Piazza Affari TIM perde l’1,9%, Olivetti perde il 2,6% e Telecom Italia perde il 2%.

Oggi si riunisce l’assemblea di Telecom Italia per votare sulla conversione delle azioni di risparmio in ordinarie.

A pesare sull’assemblea c’è anche un’indagine per aggiotaggio da parte della Consob, che ha trasmesso alle autorità giudiziarie documenti che proverebbero attività di aggiotaggio avvenute l’ottobre scorso sui prezzi delle azioni di risparmio che servivano anche come sottostante di un’emissione obbligazionaria reverse convertible.