TLC: CINA BATTE GIAPPONE SUI TELEFONINI

16 Agosto 2000, di Redazione Wall Street Italia

La leadership della telefonia mobile sul mercato asiatico e’ passata alla Cina, che ha superato il Giappone per numero di utenti cellulari con 51,7 milioni nel primo trimestre di quest’anno contro 51,5 milioni del 1999.

Bertrand Bidaud, direttore delle telecomunicazioni per Gartner Group, ritiene che sia solo una questione di tempo e anche gli Stati Uniti perderanno il primato mondiale.

Una simile crescita – che promette di raggiungere 89,9 milioni di utenti entro la fine dell’anno – e’ stata resa possibile, secondo la societa’ di ricerche di mecato Dataquest che ha raccolto i dati, dalla fine del monopolio di China Mobile e l’introduzione delle nuove tariffe ridotte di China Unicom, insieme con il servizio di carte telefoniche prepagate.

In Cina si e’ infatti registrato il maggiore incremento di schede prepagate dell’intera regione asiatica, con 1,3 milioni di nuovi utenti.

Il sistema che permette di pagare in anticipo per le telefonate ha favorito la creazione di un mercato tra gruppi a basso reddito che altrimenti non potrebbero permettersi telefoni cellulari e ha aumentato l’uso della telefonia mobile in vari Paesi asiatici, soprattutto in Indonesia e nelle Filippine.