TISCALI: NON CI SONO AUMENTI DI CAPITALE IN VISTA

22 Maggio 2002, di Redazione Wall Street Italia

L’amministratore delegato di Tiscali, Renato Soru, ha escluso la possibilità di aumenti di capitale per il suo gruppo.

Soru ha rilasciato questa dichiarazione nel corso di un’intervista a Bloomberg.

Dopo aver messo a segno nel primo trimestre del 2002 un ebitda (o mol: margine operativo lordo) positivo, Soru ha detto di attendersi un ebit positivo per la fine del 2003, e questo a causa del peso dell’ammortamento per l’avvio di nuove società.

In ogni caso la previsione è che nel secondo semestre del 2002 il gruppo “smetterà di usare cassa”.

Per il futuro Tiscali conta di guardarsi attorno: non tanto in un’ottica di nuove acquisizioni, quanto piuttosto in un’ottica di rafforzamento delle proprie posizioni in Europa, dove è stata realizzata un’integrazione tra 20 diversi Isp che ora fanno capo “a un’unica società, un’unica tecnologia, un unico brand”.

Soru ha rammentato che cinque trimestri fa le società acquisite avevano una redditività negativa; oggi è pari al 43% e “ci aspettiamo di portarla al 50% a fine 2002”.

A Piazza Affari il titolo è in ribasso.

Per le quotazioni e i grafici IN TEMPO REALE di tutti i titoli azionari quotati a Piazza Affari, forniti da Borsa Italiana e relativi agli indici Mibtel, Mib30, Nuovo Mercato, Midex, Mibtes, Star, e inoltre per le convertibili, i derivati su titoli, indici (covered warrant) e per l’after hours, clicca in MERCATI nella sezione PIAZZA AFFARI.