Tim, Gubitosi è il nuovo a.d: “priorità rete unica”. Vola il titolo

19 Novembre 2018, di Mariangela Tessa

Il cda di Tim ha deciso: Luigi Gubitosi è il nuovo amministratore delegato di Tim. Commissario straordinario di Alitalia, ex dg della Rai ed ex ad di Wind, Gubitosi prende il posto di Amos Genish, sfiduciato martedì scorso a maggioranza del cda. Positiva la reazione della Borsa: in avvio di contrattazioni il titolo Tim segna un balzo del 2%.

Gubitosi è stato eletto con nove voti a favore su quindici. Per il commissario straordinario di Alitalia, che in consiglio si è astenuto, si sono espressi tutti i consiglieri eletti nella lista Elliott. Contrari invece i cinque rappresentanti di Vivendi.

“Tim ha una grande storia – ha detto subito dopo la nomina Gubitosi – e un capitale umano da valorizzare per vincere la sfida del mercato, incrementare la generazione di cash flow per ridurre il debito ed esaminare con attenzione e velocità il progetto per la costruzione di una rete unica“.

Il cda di Tim, conferma una nota della società, che Gubitosi riceverà un trattamento economico corrispondente a quello già attribuito al suo predecessore, in linea con la politica di remunerazione di Tim.

Gubitosi dovrebbe ora lasciare l’incarico di commissario straordinario di Alitalia, incarico che ha condiviso con Enrico Laghi e Stefano Paleari, nel ruolo di coordinatore della terna. E per questo, come ha indicato il ministro Di Maio, per la compagnia aerea dovrà essere nominato un nuovo commissario.

La nomina dovrebbe avvenire in tempi brevissimi.

“Ci dovrà essere un commissario assieme a quelli che ci sono per arrivare allo stesso obiettivo che ci siamo dati come governo fino ad ora, cioè rilanciare Alitalia“, ha confermato ieri Di Maio.