TIM: GLI INVESTITORI NE RISCOPRONO IL GUSTO

28 Maggio 2002, di Redazione Wall Street Italia

I titoli telefonici sono in un buon momento in Europa sulla scia dei risultati di Vodafone, dopo aver sofferto la scorsa settimana.

Le prospettive positive confermate dal gruppo britannico di telefonia hanno pompato fiducia nel settore. Lo stesso accade se si guarda a France Telecom nel giorno della trimestrale e dell’annuncio da parte del governo francese che non ci sarà un aumento di capitale per ridurre il debito della società partecipata.

In Italia si freme per capire come andrà a finire la questione di Blu: oggi si riunisce l’assemblea degli azionisti del consorzio di telefonia mobile di cui fanno parte, tra gli altri, Autostrade e Bnl.

All’ordine del giorno c’è la contrastata operazione di vendita.

Secondo quanto emerso dalla Ue, Tim non potrebbe acquistare e spacchettare la società rivendendola poi a pezzi.

Tim segna un rialzo di quasi due punti percentuali, a Piazza Affari.

Per Telecom Italia l’apprezzamento è corposo, ma più modesto rispetto a quello della controllata della telefonia mobile.

Il mercato guarda con circospezione la possibilità di un prossimo collocamento del 3,6% del capitale ancora in mano al Tesoro.

Molto bene Olivetti, che sale di oltre due punti percentuali.

Per le
quotazioni e i grafici IN TEMPO REALE di tutti i titoli azionari quotati a Piazza Affari, forniti da Borsa Italiana e relativi agli indici Mibtel, Mib30, Nuovo Mercato, Midex, Mibtes, Star, e inoltre per le convertibili, i derivati su titoli, indici (covered warrant) e per l’after hours, clicca in MERCATI nella sezione PIAZZA AFFARI.