Thales Alenia Space annuncia avvio programma Yamal-400

28 Maggio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Thales Alenia Space ha annunciato oggi l’avvio ufficiale del programma Yamal-400 per l’operatore russo Gazprom Space Systems (GSS). I due satelliti di questo programma, Yamal-401 e Yamal-402, forniranno entrambi comunicazioni fisse e servizi di broadcast. Lo si legge in una nota. Nel suo ruolo di primo contraente del satellite Yamal-402, Thales Alenia Space ha la responsabilità della progettazione, produzione, test e consegna chiavi in mano del satellite, insieme al suo segmento di terra. Basato su una piattaforma Spacebus 4000 C3, Yamal-402 sarà equipaggiato con 46 trasponditori in banda Ku in grado di garantire la copertura di 5 differenti zone: Russia, Nord, Europa, Sud (Africa) e copertura mobile. Sarà posizionato a 55 gradi Est. Yamal-401, dalla sua posizione orbitale di 90 gradi Est, sarà costruito ed integrato sotto responsabilità di ISS-Reshetnev, in collaborazione con Thales Alenia Space per quanto riguarda il payload del satellite, alcuni equipaggiamenti della piattaforma e il GSS, partecipando alla sviluppo del payload e con la responsabilità della Telemetria & Telecomando (TT&C) a bordo e delle stazioni di controllo a terra. Basato sulla piattaforma Express 2000, Yamal-401 avrà a bordo 36 trasponditori in banda Ku per la copertura delle zone Nord e della Russia, mentre 17 trasponditori in banda C copriranno le aree Nord. Entrambi i satelliti saranno lanciati dall’International Launch Services con un razzo Proton. “Siamo orgogliosi di essere stati selezionati – ha affermato Reynald Seznec, Presidente e Amministratore Delegato di Thales Alenia Space – da Gazprom Space Systems per la realizzazione di questo importante programma. Il conseguimento di questo contratto è stato possibile grazie alla nostra impareggiabile esperienza in Russia e alla consolidata collaborazione ultra decennale di Thales Alenia Space con JSC Gazprom e Gazprom Space Systems, nell’ambito del programma di satelliti per telecomunicazione della famiglia Yamal”.