Thailandia: spari sui manifestanti a Bangkok

15 Gennaio 2014, di Redazione Wall Street Italia

BANGKOK (WSI) – Due persone sono rimaste ferite a causa degli spari contro i manifestanti antigovernativi a Bangkok. Lo hanno indicato le autorità thailandesi, nel terzo giorno dell’operazioni di “paralisi” della capitale mirata alla caduta del primo ministro Yingluck Shinawatra.

I dimostranti scendono in piazza da oltre due mesi e vogliono rimpazziare l’esecutivo con un “Consiglio del popolo” non eletto per sbarazzarsi di quello che apostrofano come il “sistema Thaksin”, dal nome del fratello di Yingluck particolarmente invisio alla popolazione.

L’ex premier Thaksin Shinawatra, esautorato nel 2006 con un colpo di stato militare, rimane malgrado l’esilio il principale fattore di divisione tra le masse rurali e urbane svantaggiate del nord e del nordest che lo adorano e le classe agiate di Bangkok – vicine al palazzo reale – che lo reputano una minaccia per la monaria.

I feriti sono un uomo e una donna, che sono stati condotti in ospedale dopo essere stati raggiunti da colpi nel centro di Bangkok. Hanno già lasciato il nosocomio.
(TMNews)