TERRORISMO: LA ‘DELTA FORCE’ PROTEGGE NEW YORK

25 Luglio 2004, di Redazione Wall Street Italia

Da vari mesi un team speciale di militari super-selezionati lavora, in gran segreto, sulla base di scenari ipotetici con assalti al Madison Square Garden, tentativi di assassinio del Presidente George Bush o altri leader del governo Usa o del Partito Repubblicano, o missioni di terroristi suicidi volte a creare il massimo numero di vittime e caos.

Si tratta di un’equipe composta da 12 uomini che appartengono alla mitica “Delta Force” – forte di oltre 400 Rambo allenati come James Bond – gia’ operativa a New York e a Boston per le Conventions dei due partiti politici americani che si presentano alle elezioni Presidenziali di novembre.

L’obiettivo di questa “sporca dozzina” di 007 e’ di pensare e agire “come farebbero i terroristi”, soprattutto gli islamici estremisti di Al Qaida o ma anche di altri gruppi, perfino “domestici”, prima e durante la Convention Repubblicana che si aprira’ al Madison Square Garden di Manhattan tra circa un mese (dal 30 agosto al 2 settembre) e durante la Convention del Partito Democratico che comincia a Boston questo martedi’.

Per garantire il normale svolgimento dei lavori delle Convention, ciascun uomo dell’equipe, composta da militari con un passato nelle forze speciali della “Delta Force”, dei “Navy Seals” e dell'”Air Force” e esperienze in Irak e Afganistan, e’ stato allenato ad assumere identita’ diverse. Per meglio spiare, e prevenire.

“Sara’ veramente un turista spagnolo quello che attraversa la strada tra 34rd Street e 8th Avenue”?, si chiede il New York Post che pubblica la news in esclusiva nell’edizione domenicale. “E quel signore in gessato che pare un finanziere di Wall Street”? “E quell’ homeless sporco e fetente che chiede soldi sul pavimento del subway, potrebbe essere in realta’ il sergente di un commando speciale in missione segreta per proteggere voi newyorkesi”, scrive il quotidiano.

Il team – la punta di diamante di uno schieramento di polizia forte di oltre 10.000 uomini (non ci sono precedenti nella storia della protezione e sicurezza di una grande citta’ come New York) – e’ allenato per prevenire situazioni da “worst case scenario”, cioe’ il peggiore degli scenari possibili: attacchi perpetrati con aerei di linea dirottati con la tecnica del World Trade Center, auto e camion-bomba, lanci di missili terra-aria, cecchini dai tetti dei grattacieli e missioni di terroristi suicidi.

L’operazione antiterrorismo e’ guidata dallo US Northern Command, fa capo al Dipartimento della Difesa americano: in coordinamento con l’Fbi e i Servizi Segreti fornisce assistenza militare alle autorita’ civili delle grandi citta’ dove hanno luogo eventi di massa politici o sportivi.