TELEFONINI: TRA UN ANNO A 45 MILIONI

20 Gennaio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Tra poco non sara’ piu’ possibile trovare un italiano che non stia parlando con un telefonino. Nel 2002 saranno 45 milioni i cellulari in Italia, circa 2 per famiglia, mentre nel 2004 toccheranno la cifra record di quasi 50 milioni.

Lo dice la Federcomin, la federazione delle imprese della comunicazione che esulta per il boom dell’Information Technology nel nostro paese.

I dati degli imprenditori parlano chiaro. L’anno prossimo ad avere un cellulare saranno 45 milioni di italiani, circa 2 per famiglia e 48,2 milioni invece lo avranno nel 2004: oltre 46 milioni ancora con il Gsm e poco più di 2 milioni con un ‘videofonino’ in tasca.

L’indagine della Federcomin sul futuro del settore sostiene anche che Internet ha trainato il mercato dell’high tech verso un valore stimato in 110 mila miliardi di lire.

Tra il 1999 e il 2000 il mercato dell’IT è cresciuto dell’11%. E, per di più, tra il ’95 e il ’99 il fatturato delle aziende attive nel settore ha segnato un’impennata del 60%, oltre 30.000 miliardi di lire.

E tra il 2000 e il 2002 questa tendenza positiva dovrebbe rafforzarsi: il mercato dovrebbe attestarsi a 135.920 miliardi di lire con un tasso di crescita medio dell’11,6%.

Due i filoni di sviluppo individuati: Internet e la telefonia mobile. La Rete era frequentata a fine 2000 da 14,2 milioni di italiani contro i 3,1 milioni di fine ’98 mentre per la telefonia mobile tra ’98 e ’99 il tasso di crescita degli utenti è stato del 47,3%.