TELECOM, VICINA FUSIONE TRA PIRELLI&C. E PIRELLI?

13 Maggio 2002, di Redazione Wall Street Italia

Pirelli&C sta studiando la possibilità di comprare azioni Pirelli con i soldi provenienti dal collocamento del gioiello di famiglia Pirelli&C Real Estate, che scatterà tra qualche settimana.

L’ipotesi è stata avanzata dal numero uno di Telecom, Marco Tronchetti Provera, durante la presentazione dei dati di Pirellina relativi al primo trimestre del 2002.

L’utile netto di Pirelli&C è calato del 48,7% a €21 milioni da €41 milioni dello stesso periodo del 2001.

Il risultato operativo (o Ebit) è di €44 milioni, in ribasso del 67,4% rispetto al primo trimestre 2001.

Il Mol, margine operativo lordo (o Ebitda) è calato del 37% a €149 milioni.

Il fatturato è sceso dell’11,1% a €1.747 milioni.

L’assemblea degli azionisti ha anche approvato il bilancio di esercizio di €0,08 per le ordinarie e €0,0904 per le risparmio e la distribuzione di un dividendo da €0,21 per le ordinarie e €0,22 per le risparmio.

Il dividendo sarà in pagamento dal 23 maggio.

La mossa annunciata oggi andrebbe inquadrata nell’operazione di accorciamento della filiera di controllo del gruppo Telecom (Pirelli, Olimpia, Olivetti, Telecom Italia, Tim e Seat Pagine Gialle), perché agevolerebbe la fusione tra Pirelli e Pirelli&C.

Tronchetti Provera, in passato ha affermato più volte che l’obiettivo del nuovo management è “la riduzione del debito e il miglioramento della gestione”. L’eventuale accorciamento della catena potrebbe avvenire quando i valori delle società del gruppo avranno prezzi di Borsa più elevati.

Per le quotazioni e i grafici IN TEMPO REALE di tutti i titoli azionari quotati a Piazza Affari, forniti da Borsa Italiana e relativi agli indici Mibtel, Mib30, Nuovo Mercato, Midex, Mibtes, Star, e inoltre per le convertibili, i derivati su titoli, indici (covered warrant) e per l’after hours, clicca in MERCATI nella sezione PIAZZA AFFARI.