Telecom: trattiamo con Metroweb, Vodafone rimanga fuori

23 Marzo 2015, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Telecom Italia punta a essere protagonista del piano del governo, volto a portare la banda ultralarga in tutto il Paese. L’amministratore delegato Marco Patuano afferma, in un’intervista rilasciata ad Affari & Finanza, che può imbarcarsi nel progetto da sola, attraverso una accelerazione degli investimenti fino al 2020, ma preferirebbe farlo con Metroweb, e senza coinvolgere altre società di tlc.

“Con il piano industriale di Telecom Italia si arriva al 2020 agli stessi obiettivi fissati dal governo, cioè portare una connessione in fibra all’87% delle unità immobiliari”, ha detto Patuano, aggiungendo che “nelle nostre intenzioni Metroweb fungerebbe da acceleratore”.

“Attraverso Metroweb si potrebbe realizzare la cosiddetta ‘equivalence ofinput’, cioè la garanzia che tutte le richieste di allacciamento provenienti dagli operatori verrebbero trattate alla stessa maniera, processate in una società autonoma”.

Mentre riguardo all’interesse di Vodafone per Metroweb Patuano ha così sottolineato: “Comprendo la mossa di Vodafone ma mi sento di escludere l’ipotesi della coabitazione. Non esiste un solo caso al mondo in cui una soluzione consortile abbia funzionato”.

Infine, riguardo a eventuali pressioni su una fusione con tutto il gruppo Mediaset, Patuano ha si è così espresso: “Nessuno ha mai fatto pressioni per promuovere operazioni non di mercato. E poi la nostra strategia è chiara, siamo trasportatori di contenuti di altri”.