TELECOM ITALIA RIDUCE PROPRIE LINEE DI CREDITO

8 Agosto 2002, di Redazione Wall Street Italia

Telecom Italia ha ridotto le sue linee di credito, decidendo di rinnovare solo €7,5 miliardi contro i €10 miliardi in scadenza quest’anno.

Il gruppo, vale la pena ricordarlo, ha avviato un piano di dismissioni delle attività non strategiche per ridurre l’indebitamento.

Il gruppo con una nota ha confermato gli obiettivi di riduzione del debito.

Dunque: Pirelli e altri investitori che controllano il gruppo Telecom Italia hanno l’obiettivo di portare nel 2004 il debito netto di Telecom Italia più Olivetti a €28 miliardi da €37 miliardi alla fine del primo trimestre.

Secondo Standard & Poor’s e Moody’s l’operazione di riduzione delle linee di credito migliora la liquidità del gruppo.

Il nuovo prestito verrà utilizzato principalmente per il rifinanziamento del debito e il
sostegno dei commercial paper.

Standard & Poor’s prevede che Telecom Italia ricorrerà di nuovo al mercato per un nuovo finanziamento al fine di allungare la scadenza media dell’indebitamento.

A Piazza Affari il titolo è in rialzo di oltre mezzo punto percentuale.

Per le quotazioni e i grafici IN TEMPO REALE di tutti i titoli azionari quotati a Piazza Affari, forniti da Borsa Italiana e relativi agli indici Mibtel, Mib30, Nuovo Mercato, Midex, Mibtes, Star, e inoltre per le convertibili, i derivati su titoli, indici (covered warrant) e per l’after hours clicca su Borsa Italiana