Telecom Italia ha perso $2,5 miliardi di valore in Borsa

26 Luglio 2012, di Redazione Wall Street Italia

Roma – Continuano i problemi per Telecom Italia in Brasile: servizi sulla rete scarsi e reclami da parte dei clienti. Scarsi investimenti alla base di tutto, hanno portato il tribunale di Brasilia a respingere il ricorso presentato da Tim Brasil, controllata della società italiana. Confermata la decisione di Anatel di bloccare la vendita di nuovi piani tariffari in 19 su 27 Stati del paese.

Nel sostenere la propria posizione, Tim Brasil aveva ricordato che negli ultimi quattro anni ha investito $3 miliardi, di cui gran parte destinati al miglioramento delle infrastrutture e al potenziamento della rete.

Telecom Italia ha perso per questo $2,5 miliardi di valore in Borsa, secondo quanto detto dal Ceo Franco Bernabe’, dopo un meeting di emergenza con il ministro delle Comunicazioni del Brasile Paolo Bernardo.

Qualche giorno fa il tonfo del titolo alla Borsa di Milano, aveva accusato uno scivolone del 7% sulla notizia dello stop delle autorità brasiliane alla sigla di nuovi contratti.