Telecom: Bernabè, inappropriato imporre società ex lege

19 Ottobre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – La previsione di questi ultimi giorni, di imporre ex lege a Telecom Italia la partecipazione azionaria ad una società specifica per la realizzazione e gestione della rete di nuova generazione in fibra ottica è “inappropriata”. Lo ha detto il il numero uno di Telecom Italia, Franco Bernabè nel corso di un’audizione in Commissione alla Camera. L’ipotesi di obbligare Telecom alla partecipazione azionaria ad una società ad hoc, con regole di governance determinate dall’Antitrust, perorata nei giorni scorsi anche dal suo Presidente, Catricalà, secondo l’ad di Telecom si porrebbe in contrasto con primari valori costituzionali come la libertà di iniziativa economica.