Telecom, balza l’utile netto nel 1° trim, limano i ricavi

6 Maggio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – I ricavi del Gruppo Telecom Italia nel primo trimestre 2010 ammontano a 6.483 milioni di euro, con una riduzione dello 0,7% rispetto a 6.527 milioni di euro del primo trimestre 2009 (-44 milioni di euro). In termini di variazione organica la riduzione dei ricavi consolidati è stata del 4,7% (-323 milioni di euro). L’EBITDA è pari a 2.826 milioni di euro e aumenta, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, di 87 milioni di euro (+3,2%), con un’incidenza sui ricavi che passa dal 42,0% del primo trimestre 2009 al 43,6% del primo trimestre 2010. In termini organici l’EBITDA è stabile (+0,1%) a 2.836 milioni di euro, mentre l’incidenza sui ricavi si incrementa di 2,1 punti percentuali (43,7% nel primo trimestre 2010 a fronte del 41,6% nel primo trimestre 2009). L’EBIT è pari a 1.408 milioni di euro, con un incremento di 54 milioni di euro rispetto al primo trimestre 2009 (+4,0%); l’incidenza sui ricavi passa dal 20,7% del primo trimestre 2009 al 21,7% del primo trimestre 2010. La variazione organica dell’EBIT è stata positiva per 33 milioni di euro (+2,4%), l’incidenza sui ricavi si incrementa di 1,6 punti percentuali ed è pari al 21,9% nel primo trimestre 2010 (20,3% nello stesso periodo dell’anno precedente). L’utile netto consolidato è pari a 601 milioni di euro e si incrementa di 141 milioni di euro rispetto al primo trimestre 2009 (+30,7%). Gli investimenti industriali nel primo trimestre 2010 sono pari a 1.042 milioni di euro con un incremento di 88 milioni di euro rispetto al primo trimestre 2009. Il flusso di cassa della gestione operativa è pari a 754 milioni di euro in flessione, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, di 150 milioni di euro. L’indebitamento finanziario netto rettificato (esclusi gli effetti meramente contabili e non monetari derivanti dalla valutazione al fair value dei derivati e delle correlate attività/passività finanziarie) al 31 marzo 2010 è pari a 33.262 milioni di euro e diminuisce di 687 milioni di euro rispetto al 31 dicembre 2009 (33.949 milioni di euro). L’indebitamento finanziario netto contabile è pari a 34.134 milioni di euro e diminuisce di 613 milioni di euro rispetto al 31 dicembre 2009 (34.747 milioni di euro). Il personale del Gruppo al 31 marzo 2010 è pari a 71.045 unità di cui 60.801 in Italia.