TECNOLOGIE: MIT PUNTA ALL’ASIA CON MEGA INCUBATOR

16 Febbraio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Il Massachusetts Institute of Technology (MIT) e’ vicino a un accordo con il governo indiano per la creazione di una versione asiatica del celebre Media Lab, l’incubator fondato nel 1985 per la ricerca tecnologica.

Il costo, stimato tra $500 milioni e $1 miliardo in 10 anni, dovrebbe – secondo il Wall Street Journal – essere finanziato al 20% dal governo indiano e per il resto da sponsor privati.

Allo stesso modo il Media Lab originale e’ fondato quasi interamente da sponsor aziendali – quali Motorola (MOT – Nyse), Lego Group e Intel (INTC – Nasdaq) che di ritorno hanno accesso illimitato alle ricerche.

Gli accordi con il governo indiano riflettono la nuova strategia d’espansione del Media Lab verso paesi interessati a migliorare le proprie capacita’ tecnologiche.

L’anno scorso il MIT ha aperto il Media Lab Europe in Irlanda con il supporto di Eircom (EIR – Nyse), Hewlett-Packard (HWP – Nyse) e Compaq Computer (CPQ – Nyse) – e la crescente presenza dell’India nell’industria della tecnologia dell’informazione.

Il Media Lab Asia dovrebbe oscurare quello americano in dimensione e scopo e occuparsi di risolvere problemi fondamentali di alfabetizzazione, salute e imprenditorialita’.

Le ricerche dovrebbero essere condotte in diversi siti con un budget annuo di $50-$100 milioni, a differenza del Media Lab Europe che ha sede in un palazzo di Dublino fornito – insieme a $35 milioni di fondi – dal governo irlandese e opera con un budget annuo di circa $29 milioni.

Il laboratorio americano presso il campus del MIT ha un budget di quasi $40 milioni l’anno.