TBS Group, si aggiudica gara Regione Umbria

12 Febbraio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – TBS Group, attraverso la consociata Elettronica Bio Medicale S.r.l. (EBM), con sede a Foligno (PG), si è aggiudicata la gara di appalto per la gestione dell’intero parco apparecchiature biomediche della Regione Umbria. EBM S.r.l., mandataria con il 42,5% dell’Associazione Temporanea d’Impresa costituita con Philips S.p.A., General Electric Medical Systems S.p.A. e Tecnologie Sanitarie S.p.A., ha ricevuto formale comunicazione da parte dell’Agenzia Umbria Sanità dell’accettazione dell’offerta, presentata il 10 luglio 2009, relativa alla gestione in outsourcing dell’intero parco apparecchiature della Regione Umbria (dalla PET all’ECG). Il valore complessivo dell’appalto ammonta a oltre 37 milioni di Euro per una durata quadriennale (circa 9,3 milioni annui per l’intera ATI e circa 4 milioni annui per EBM) con possibilità di rinnovo per ulteriori 2 anni. Nello specifico, EBM si occuperà della direzione tecnica della commessa e sarà l’interlocutore tecnico dell’Agenzia Umbria Sanità per tutte le tematiche relative ai servizi di ingegneria clinica di tutta la Regione (Osservatorio tecnologie, Health Technology Assessment, Risk Management). “L’importanza di questa gara è legata non solo alla sua ampiezza territoriale che abbraccia tutta la Regione Umbria, ma soprattutto all’unicità del progetto. Questo è infatti il primo caso in Italia in cui viene dato in outsourcing l’intera gestione delle tecnologie biomediche di tutte le AASSLL/AAOO di una regione”, commenta l’ing. Fabio Faltoni, Amministratore Delegato di EBM e Direttore Generale della Divisione apparecchiature e dispositivi biomedici Italia di TBS Group.