Tax day: oltre 61 miliardi nelle casse dello Stato

29 Giugno 2017, di Mariangela Tessa

Ammonta a 61,6 miliardi di euro il gettito totale che arriverà nelle casse dello stato da Irpef, Ires, Irap e Iva.

Sono le previsioni del Sole 24 Ore pubblicate oggi, alla vigilia del tax day delle imposte erariali. Ma domani, 30 giugno, ci saranno altre scadenze di pagamento, tra cui quelle per la cedolare secca sugli affitti e le imposte sostitutive versate da minimi e forfettari: “nello scadenzario delle entrate il totale dei versamenti arriva a quota 68”.

Tra le varie imposte, quella che registrerà il maggior tasso di crescita è la cedolare:

“con un incasso che si stima possa superare gli 1,3 miliardi tra saldo 2016 e primo acconto 2017. È un trend che deriva dall’aumento costante dei proprietari che scelgono la “tassa piatta” (ormai a quota 2 milioni) e dal fatto che, nel primo anno di applicazione, l’imposta non viene versata. Questo fa sì che al secondo anno, oltre l’acconto, venga versato un saldo extra large, prima di andare a regime al terzo anno” spiega il quotidiano economico.

In termini assoluti:

“poco più di metà degli incassi totali arriveranno dall’Iva, oltre 32 miliardi, tra prelievo sugli scambi interni e le importazioni, anche grazie agli effetti positivi per l’Erario dello split payment. In termini di impatto per i contribuenti, però, l’effetto maggiore sarà quello degli oltre 8,6 miliardi di Irpef, per i quali sono chiamate alla cassa 11,2 milioni di persone fisiche, tra autonomi, professionisti, amministratori e soci di Snc e Sas”.