TASSI USA: LA FEDERAL RESERVE LI LASCIA INVARIATI

28 Giugno 2007, di Redazione Wall Street Italia

Come ampiamente atteso dal mercato, il Federal Open Market Committee, il braccio operativo della Federal Reserve, ha lasciato invariato il costo del denaro degli Stati Uniti.

Il target sui fed funds e’ dunque fermo al 5.25%. Nella riunione dell’8 agosto dello scorso anno la decisione di non ritoccare i tassi aveva chiuso la serie di rialzi durata per ben due anni. E’ l’ottava volta consecutiva che la Fed decide di lasciare invariato il tasso interbancario.

Per i lettori di Wall Street Italia ecco la traduzione in italiano del documento ufficiale della Federal Reserve:

Il Federal Open Market Committee ha deciso di lasciare invariato il tasso sui fed funds al 5.25%.

La crescita economica sembra essere stata piuttosto moderata nella prima meta’ dell’anno, nonostante la stabilizzazione in corso del settore immobiliare. L’economia resta posizionata per espandersi ad un tasso equilibrato nei prossimi trimestri.

Le letture dell’inflazione “core” sono leggermente migliorate negli ultimi mesi. Tuttavia, non si e’ ancora assistito ad una convincente, sostenuta moderazione delle pressioni inflazionistiche. Inoltre, l’elevato livello di utilizzazione delle risorse ha il potenziale di sostenere tali pressioni.

In tali circostanze, la preoccupazione predominante della politica condotta dal Comitato resta incentrata sul fatto che l’inflazione possa non affievolirsi come previsto. Le future mosse di politica monetaria dipenderanno dall’evoluzione dell’outlook inflazionistico e delle crescita economica, cosi’ come sara’ implicato dalle informazioni rilasciate quotidianamente.

A votare a favore dell’azione di politica monetaria del FOMC sono stati (all’unanimita’): Ben S. Bernanke, Chairman; Timothy F. Geithner, Vice Chairman; Thomas M. Hoenig; Donald L. Kohn; Randall S. Kroszner; Cathy E. Minehan; Frederic S. Mishkin; Michael H. Moskow; William Poole; e Kevin M. Warsh.

Ed ecco il testo originale del documento che accompagna la decisione della Federal Reserve di lasciare il tasso interbancario al 5.25%:

The Federal Open Market Committee decided today to keep its target for the federal funds rate at 5-1/4 percent.

Economic growth appears to have been moderate during the first half of this year, despite the ongoing adjustment in the housing sector. The economy seems likely to continue to expand at a moderate pace over coming quarters.

Readings on core inflation have improved modestly in recent months. However, a sustained moderation in inflation pressures has yet to be convincingly demonstrated. Moreover, the high level of resource utilization has the potential to sustain those pressures.

In these circumstances, the Committee’s predominant policy concern remains the risk that inflation will fail to moderate as expected. Future policy adjustments will depend on the evolution of the outlook for both inflation and economic growth, as implied by incoming information.

Voting for the FOMC monetary policy action were: Ben S. Bernanke, Chairman; Timothy F. Geithner, Vice Chairman; Thomas M. Hoenig; Donald L. Kohn; Randall S. Kroszner; Cathy E. Minehan; Frederic S. Mishkin; Michael H. Moskow; William Poole; and Kevin M. Warsh.