TASSI USA: LA FED TAGLIA FED FUNDS DELLO 0,25%

21 Agosto 2001, di Redazione Wall Street Italia

Il Federal Open Market Committee (FOMC), l’organo della banca centrale responsabile della politica monetaria USA, ha annunciato un taglio dei tassi di interesse a breve pari allo 0,25%; i ‘Fed Funds’ passano cosi’ al 3,50%.

Si tratta della settima riduzione del costo del denaro dal gennaio di quest’anno, per un taglio complessivo di 300 punti base. I ‘Fed Funds’ sono ora al livello piu’ basso dal marzo 1994, e sotto la presidenza di Alan Greenpsan non vi sono mai stati cosi’ tanti tagli consecutivi.

Nell’incontro di giugno la Fed aveva abbassato i tassi di 25 punti base, mentre i cinque tagli precedenti sono stati di 50 punti base ciascuno.

Secondo un sondaggio condotto dall’agenzia di stampa Dow Jones insieme alla rete televisiva CNBC, tutti i 20 economisti intervistati si attendevano un taglio dello 0,25%.

La banca centrale degli Stati Uniti ha inoltre approvato una riduzione di 25 punti base del tasso ufficiale di sconto, ora pari al 3,50%.

Nel documento che accompagna la decisione la banca centrale USA continua ad ammettere che permangono “rischi di debolezza per l’economia americana”.

“La domanda dei nuclei familiari americani e’ rimasta sostenuta – si legge nel documento Fed – ma i profitti aziendali e le spese in conto capitale continuano a indebolirsi, la crescita delle economia estere continua a calare, pesando sull’economia USA”.

La Fed e’ poi in parte ottimista sulle prospettive per l’economia USA, ma si riserva il diritto di tagliare ulteriormente il costo del denaro qualora una ripresa non si materializzi.

“Sebbene le prospettive di lungo periodo sulla crescita della produttivita’ e dell’economia rimangano favorevoli – recita il documento approvato dal FOMC – il Comitato continua a credere che, a fronte del proprio obiettivo di stabilita’ dei prezzi e di crescita economica sostenibile nel lungo termine, e a fronte di tutte le informazioni disponibili al momento, permangono i rischi di una congiuntura di debolezza economica nell’immediato futuro”.

Il prossimo incontro ufficiale del FOMC e’ in programma per il 2 ottobre prossimo.

SULL’ARGOMENTO VEDI ANCHE:


TASSI USA: ECCO IL DOCUMENTO UFFICIALE DELLA FED

TASSI USA: PRIME REAZIONI A TAGLIO FED
FED E TASSI USA: SPECIALE WALL STREET ITALIA