TASSI USA: BROKER EQUAMENTE DIVISI SU STIME

20 Marzo 2001, di Redazione Wall Street Italia

Le principali case di brokeraggio USA sono equamente divise sulle previsioni relative all’entita’ del taglio sui tassi d’interesse che la Federal Reserve dovrebbe approvare questo pomeriggio.

Lo rivela un sondaggio dell’agenzia di stampa Dow Jones, secondo cui le previsioni su un taglio di 50 punti base e uno piu’ aggressivo dello 0,75% si equivalgono.

Lo studio di Dow Jones rivela infatti che tra le 22 banche d’affari di Wall Street interpellate, ben 11 si attendono una riduzione del costo del denaro di 3/4 di punto, il taglio piu’ aggressivo da quando Alan Greenspan e’ divenuto presidente della Fed nel 1987.

Il sondaggio mostra inoltre che 10 degli istituti interpellati ritiene piu’ probabile una riduzione dei tassi dello 0,50% e solo uno rimane indeciso dichiarando che le possibilita’ per una manovra piuttosto che l’altra sono troppo vicine.

La decisione del Federal Open Market Committee (FOMC), l’organo della banca centrale responsabile della politica monetaria USA, e’ attesa per le 20,15 (le 14:15 ora di Washington).