TASSI UE: PER LA BCE NON E’ TEMPO DI TAGLIARE

3 Aprile 2003, di Redazione Wall Street Italia

La Banca centrale europea, che oggi ha riunito il suo board a Roma anzichè a Francoforte, ha deciso di lasciare invariati i tassi di interesse della Zona Euro.

Il costo del denaro resta così fermo al 2,5%, ai minimi degli ultimi tre anni.

La decisione non ha sorpreso gli analisti.

Roberto Mialich, analista di Ubm, ha spiegato che è difficile immaginare la tempistica di possibili ritocchi: credo che tutto dipende dai rischi internazionali, ha detto l’analista, ma per vedere un taglio entro l’estate dovremmo assistere a un peggioramento economico molto netto. In caso contrario è possibile il mantenimento di una posizione attendista da parte dei governatori europei.