TASSI: SPACCATURA ALLA BANCA CENTRALE EUROPEA

25 Gennaio 2008, di Redazione Wall Street Italia

*Questo documento e’ stato preparato da MPS Capital Services ed e’ rivolto esclusivamente ad investitori istituzionali ovvero ad operatori e clientela professionale ai sensi dell’allegato n.3 al
reg. n.16190 della Consob. Le analisi qui pubblicate non implicano responsabilita’ alcuna per Wall Street Italia, che notoriamente non svolge alcuna attivita’ di trading e pubblica tali indicazioni a puro scopo informativo. Si prega di leggere, a questo proposito, il disclaimer ufficiale
di WSI.

(WSI) – Tassi di Interesse: in area Euro i tassi di mercato hanno chiuso la sessione in rialzo interessando tutta la curva ed in particolare la parte a breve termine. Lo spread sul 2-10 anni è sceso a 53 pb, mentre quello sul decennale Italia-Germania è salito a 40pb. Ieri, Weber, ha ribadito la posizione di Trichet ovvero che l’obiettivo della Bce rimane quello di preservare la stabilità dei prezzi e che le attese del mercato di un taglio dei tassi rimangono eccessive. In netto contrasto le dichiarazioni di Pedro Solbes, ministro delle Finanze spagnolo, secondo cui all’interno del board è in atto un dibattito sulla possibilità di un taglio dei tassi. La dichiarazione confermerebbe l’ipotesi di una spaccatura all’interno del board.

Non e’ un mercato per vedove e orfani. E con news gratis, non vai da nessuna parte. Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

Sul fronte macro ieri l’indice Ifo tedesco è risultato migliore delle attese. Tuttavia non appare molto indicativo in quanto i tre quarti delle risposte sono state date prima delle ultime turbolenze finanziarie. Sul monetario l’Euribor a tre mesi è tornato a salire, ieri è stato fissato a 4,30% da 4,28%.

Negli Usa tassi di mercato in marcato rialzo dopo la positiva chiusura dei listini azionari, trascinati soprattutto dal comparto energetico. Il pretesto per il rimbalzo dei corsi dopo le forti perdite dei giorni scorsi è stato rappresentato dall’annuncio del varo ufficiale del piano di stimolo fiscale, annunciato in precedenza a grandi linee da Bush. Si tratta di un piano che dovrebbe supportare i consumi di 117 milioni di famiglie Usa con un rimborso immediato di imposte passate pari a 600$ procapite per i redditi fino a 75.000$. Inoltre il piano prevede anche la possibilità temporanea che le agenzie sui mutui possano accollarsi mutui fino a 625.000$.

La curva dei tassi ha reagito appiattendosi, mentre rimane ancora in auge tra gli operatori lo scenario di taglio di 50pb il prossimo mercoledì. Sul fronte compagnie di assicurazioni di bond, è arrivata l’indiscrezione di FT secondo cui il miliardario Usa Ross starebbe per acquistare la maggioranza di Ambac.

Valute: Dollaro in forte deprezzamento dopo che le dichiarazioni forti di Weber hanno fatto svanire le attese di un taglio dei tassi anche da parte della Bce. Il Dollaro potrebbe mantenersi relativamente debole anche per i prossimi giorni con obiettivo a quota 1,49. Lo Yen si indebolisce verso Dollaro e verso Euro, penalizzato dalla chiusura positiva delle borse che hanno favorito il finanziamento di nuove posizioni di carry trade. Sul fronte macro i prezzi al consumo nipponici per la prima volta da dieci anni sono saliti dello 0,8% a/a a causa dell’aumento del prezzo del greggio e dei prodotti alimentari. Verso Dollaro la resistenza si colloca a 108,5, mentre verso Euro a 161.

Materie Prime: il prezzo del greggio Wti è tornato a salire raggiungendo i 90$/b, malgrado il dato migliore delle attese delle scorte di greggio statunitensi. L’oro in mattinata ha registrato un nuovo record a 920$/oncia sulla scia della debolezza del dollaro. Agricoli in rialzo dopo i ribassi della sessione precedente in cui si sono registrate vendite indiscriminate su tutto il comparto. In rialzo il grano dopo che l’International Grains Council ha diffuso il suo ultimo report nel quale si prevedono scorte in calo per la stagione 2007/2008. In rialzo i metalli industriali. La migliore performance è stata registrata dal rame dietro la speculazione di un calo nelle scorte di Shanghai.

Copyright © MPS Capital Services. Riproduzione vietata. All rights reserved

parla di questo articolo nel Forum di WSI