Tassi, pressioni di Tokyo sulla Banca centrale

10 Maggio 2007, di Redazione Wall Street Italia

Il ministro delle Finanze giapponese, Koji Omi, ha ribadito ieri la sua speranza che la Banca del Giappone (Boj) guidi la politica monetaria appropriatamente per fare in modo che il Paese resti su un sentiero di crescita economica costante, con prezzi stabili. Nel ripetere che la Boj è autonoma rispetto alle decisione sui tassi, Omi ha detto che continuerà a scambiare opinioni con la Banca centrale, cosicché la politica monetaria sia compatibile con la politica economica del Governo. “Abbiamo sempre condiviso le nostre considerazioni sulle condizioni dell’economia con la Boj”, ha detto Omi alla commissione finanziaria del Parlamento. “Abbiamo sempre espresso la speranza che la Boj, attraverso la politica monetaria, supporti uno sviluppo costante dell’economia con prezzi stabili”. La Boj ha alzato di recente il tasso di riferimento allo 0,5 per cento.