TABACCO: ACCOLTO APPELLO PHILIP MORRIS

10 Agosto 2001, di Redazione Wall Street Italia

Un giudice californiano ha accolto l’appello di Philip Morris (MO – Nyse), riducendo a $100 milioni dai precedenti $3 miliardi i danni punitivi imposti con una sentenza emessa nello scorso mese di giugno.

Allora il tribunale di Los Angeles aveva stabilito il pagamento di $5,5 milioni per i danni causati dal fumo a un paziente malato di cancro, oltre a $3 miliardi in danni “punitivi”, cioe’ quei danni superiori a quelli effettivamente arrecati con valore appunto punitivo.

Il risarcimento, il maggiore imposto a una societa’ di tabacco a favore di una singola persona, aveva spinto gli avvocati di Philip Morris a ricorrere in appello.

Charles McCoy, il giudice della Corte Suprema dello stato della California che ha rivisto la precedente ordinanza, ha dichiarato che considerando le potenziali future richieste di risarcimento, il verdetto originario era troppo alto.