T-Bond Future, mercato nervoso su incertezza ripresa

14 Giugno 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Sull’umore degli operatori continua a prevalere un sentimento di nervosismo in attesa di maggiori indicazioni di chiarezza con l’incertezza circa la solidità della ripresa. I prezzi del future sul T-Bond, hanno mostrato così una tenuta di fronte ad uno scenario macro ancora in chiaroscuro disegnato anche dal Beige Book della Federal Reserve, il consueto rapporto mensile sullo stato di salute dell’economia nei dodici distretti della banca centrale americana Il rapporto ha confermato infatti la ripresa in atto dell’economia statunitense, pur rilevando che in molti distretti il recupero appare alquanto modesto. La spesa dei consumatori e gli investimenti delle imprese stanno progressivamente accelerando, così come evidenziano miglioramenti le attività di produzione e trasporti ed il mercato immobiliare. Leggeri segnali di miglioramento si sono visti anche nel mercato del lavoro, nel quale restano limitate le pressioni salariali. L’anello debole resta l’attività bancaria, che non mostra grandi cambiamenti rispetto al rapporto precedente, con un’attività del credito che resta piuttosto debole. Inoltre, il rapporto lancia un avvertimento: la fiducia negli Stati Uniti potrebbe infatti essere minata dalla crisi che sta imperversando in Europa, che tiene sotto scacco i mercati finanziari. Il principale Gov’s americano chiude così l’ottava a 124,21 punti e mette a segno una performance settimanale leggermente negativa dello 0,06%. Per le prossime sedute va posta particolare attenzione all’area di supporto vista a 123,39 con target successivo stimato a 122,97. Resistenza a 125,03.