Swisscom vede crescere l’utile nel 2009

18 Febbraio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Nel 2009 il fatturato netto di Swisscom è sceso dell’1,6% a 12 miliardi di CHF e il risultato d’esercizio (EBITDA) del 2,6% a 4,67 miliardi di CHF. A parità di corsi di cambio, la contrazione del fatturato netto è stata lieve, ovvero dello 0,5%, e quella dell’EBITDA pari all’1,7%. L’affiliata italiana Fastweb ha incrementato la cifra d’affari nella valuta locale dell’8,5%. La crescita del numero di clienti e le nuove offerte non sono bastate per compensare le persistenti riduzioni dei prezzi sul mercato svizzero dovute alla concorrenza, quantificate in oltre 400 milioni di CHF, che hanno provocato una flessione del fatturato netto senza Fastweb di circa 282 milioni di CHF. Senza effetti straordinari quali l’adeguamento della durata degli ammortamenti e gli oneri dell’anno prima dovuti allo scioglimento di contratti di leasing a lungo termine, l’utile netto si aggira sui livelli dell’esercizio precedente. L’utile netto del Gruppo è salito di 174 milioni di CHF (+9,9%) raggiungendo i 1’925 milioni di CHF soprattutto in seguito ai minori ammortamenti e oneri straordinari nell’anno precedente dovuti allo scioglimento di accordi di leasing a lungo termine. All’Assemblea generale sarà proposto il versamento di un dividendo ordinario di CHF 20 (l’anno precedente: CHF 19). Per l’esercizio 2010 Swisscom prospetta, senza l’apporto di Fastweb, un fatturato netto di circa 9,15 miliardi di CHF, un EBITDA attorno ai 3,75 miliardi di CHF, nonché investimenti per circa 1,3 miliardi di CHF. Per Fastweb si prevede una cifra d’affari di circa 1,95 miliardi di EUR, un EBITDA attorno ai 580 milioni di EUR e investimenti per un ammontare di circa 410 milioni di EUR. L’operating free cash flow del Gruppo, Fastweb inclusa, si aggirerà sui 2,6 miliardi di CHF.