SVIZZERA: MILITARI ASSOLVONO GIORNALISTI

18 Aprile 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – Berna, 18 apr – Ieri sera il Tribunale militare di San Gallo ha assolto i tre giornalisti del SonntagsBlick che avevano rivelato – nell’edizione dell’8 gennaio 2006 – l’esistenza di un fax riservato nel quale si riferiva delle prigioni della CIA in Europa. Erano accusati di aver violato segreti militari. I giornalisti del SonntagsBlick avevano contattato le autorità militari per verificare l’autenticità del fax. Il capo dell’esercito Christophe Keckeis aveva allora chiaramente chiesto al settimanale di non pubblicare il documento, poiché classificato “top secret”. Ma la richiesta non era stata esaudita perché, come hanno spiegato i cronisti durante il processo, “la stampa non è al servizio dello Stato ma del pubblico”. Lo Stato dovrà pagare le spese processuali. Al di là del merito del processo, ciò che ha destato grandi polemiche in Svizzera è il fatto che i civili possano essere giudicati da un tribunale dell’esercito.