SVENTATA BOMBA RADIOATTIVA CONTRO GLI USA

10 Giugno 2002, di Redazione Wall Street Italia

Il ministro della Giustizia Usa, John Ashcroft, ha annunciato l’arresto di un terrorista legato ad Al Qaeda che stava programmando un attacco con una bomba ”sporca” o radioattiva contro gli Usa.

Lo riferisce l’agenzia di stampa Reuters.

“Abbiamo catturato un terrorista che stava pianificando la costruzione di un ordigno di dispersione radiologica, o ‘bomba radioattiva sporca’, contro gli Stati Uniti”, ha detto Ashcroft parlando alla televisione da Mosca.

Abdullah Al Mujahir, noto anche come Jose Padilla, e’ stato fermato lo scorso 8 maggio all’aeroporto O’Hare di Chicago, dove era giunto dal Pakistan. Aveva un passaporto americano.

La notizia dell’arresto ha causato un calo repentino degli indici Usa, che poi si sono parzialmente ripresi.

La ‘bomba radioattiva sporca’, detta anche ‘atomica dei poveri’, e’ un ordigno in cui a dell’esplosivo ad alto potenziale e’ abbinato del materiale radioattivo. Nonostante non sia in grado di provocare un disastro nucleare, la ‘bomba radioattiva sporca’ puo’ rendere inabitabile all’uomo una parte del territorio per un lungo periodo di tempo.

In una conferenza stampa successiva all’annuncio di Ashcroft, il direttore dell’FBI, Robert Mueller, ha precisato che Al Mujahir era in trattative con Al Qaeda per la preparazione dell’ordigno, ma che un attacco non era ancora stato deciso.

Alla conferenza stampa hanno partecipato anche il viceministro della Difesa Usa, Paul Wolfowitz, e il viceministro della Giustizia, Larry Thompson. Al momento Al Mujahir e’ sotto custodia militare come “combattente nemico”.