Super-ricchi Usa: il sogno di entrare nel club dell’1% diventa più ambizioso

17 Ottobre 2019, di Mariangela Tessa

Sono passati circa otto anni dalle contestazioni di Occupy Wall Street contro l’1% della popolazione americana, in pratica quella percentuale della popolazione che viene definita ricca.
Da allora, il sogno di entrare a far parte di questo club è diventato ancora più ambizioso.

Secondo un articolo pubblicato da Bloomberg, che riporta dati dell’Internal Revenue Service, il reddito necessario per uscire dal 99% inferiore dei contribuenti statunitensi e raggiungere la fascia dei Paperoni è salita, nel 2017, a $ 515.371. In pratica una somma in crescita del 7,2% rispetto all’anno scorso, al netto dell’inflazione.
E del 33% dal 2011, ovvero dall’anno delle manifestazioni di Occupy Wall Street.

Una crescita che, nello stesso arco di tempo, che non è stata superata da nessuna altra fascia della popolazione.  Tranne che dai super-ricchi, quelli che fanno parte dello 0,1% della popolazione Usa: per entrate in questo club, sempre nel 2017, era necessario guadagnare $ 2,4 milioni l’anno (+38% dal 2011).

Più si va in alto e più la ricchezza in mano ai “pochi fortunati” è diventa negli ultimi anni più consistente. Lo 0,001% degli americani- un gruppo elitario di 1.433 contribuenti – ha guadagnato almeno 63,4 milioni di dollari ciascuno nel 2017, con un aumento del 51% sul 2011.
Nello stesso arco di tempo, l’incremento del reddito del contribuente medio, quello al 50esimo percentile, si è fermato a + 20%.