SUD COREA ADOTTERA’ CODICE ETICO PER INTERNET

23 Maggio 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – Seul, 23 mag – La Corea del Sud adotterà a breve un codice etico per la navigazione in Internet per arginare il fenomeno della pornografia e della pedofilia diffusa via web. La bozza verrà inviata al parlamento di Seul nei prossimi giorni ed entrerà in vigore prima della fine dell’anno, come annunciato dal vice ministro dell’Informazione e delle Comunicazioni, Yoo Young-hwan. “La nostra industria legata alla rete è cresciuta rapidamente e senza una regolamentazione precisa – ha detto – E’ giunto il momento di assumersi questa responsabilità sociale”. Così gli operatori che gestiscono i portali dovranno filtrare materiale osceno, diffamatorio ed indesiderato, del quale saranno ritenuti direttamente responsabili. Nel mese di marzo sono comparsi su Yahoo Korea diversi filmati osceni che hanno convinto la polizia ad avviare un’indagine che ha portato alla chiusura di 180 siti stranieri utilizzati dai sudcoreani per lo scambio di materiale pornografico e pedopornografico. La Corea del Sud è uno dei Paesi al mondo con la più alta diffusione di Internet: tra i navigatori abituali si contano almeno 34.1 milioni di persone, ovvero il 70 per cento della popolazione.