Strage migranti nel Mediterraneo, quasi 1.900 vittime nel 2014

27 Agosto 2014, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Quasi 2.000 morti nel Mediterraneo dall’inizio dell’anno. Persone che tentavano di raggiungere le coste dell’Unione Europea. Sono i dati forniti dall’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (Unhcr) secondo cui 1.600 delle 1.890 vittime sono morte dall’inizio del mese di giugno.

Dall’inizio dell’anno in totale 1889 migranti sono morti nel Mediterraneo mentre cercavano di raggiungere l’Europa. Secondo le Nazioni Unite, le vittime nel 2011 erano state 1500, 500 nel 2012 e 600 lo scorso anno.

Raddoppiati gli arrivi nel 2014: oltre 120 mila rispetto ai 60 mila del 2013. Principale punto di partenza la Libia.