Strage Denver: 14 morti alla prima di “Batman”. Fbi pensa di aumentare stato alert in Usa

20 Luglio 2012, di Redazione Wall Street Italia

New York – Shock e incredulità, non solo nella periferia di Aurora, direttamente colpita dalla tragedia, ma in tutti gli Stati Uniti. L’artefice della strage che ha mietuto 15 vittime – anche se ora si parla di 12 morti accertati – è da attribuire a un ragazzo di appena 24 anni, James Holmes, nato il 13 dicembre del 1987.

Lo stato del Colorado ha una storia tragica di sparatorie: la più famosa è sicuramente quella del 1999, che si verificò al Columbine High School e che vide protagonisti due studenti che aprirono il fuoco e uccisero 12 compagni di scuola e un insegnante.

I mass media americani hanno riportato che l’Fbi avrebbe appurato che Holmes è di Aurora e non dovrebbe avere alcun legame con il terrorismo. Intanto il cast di attori del nuovo film di Batman, che al momento è a Parigi, presso il Bristol Hotel, si è detto “assolutamente devastato”.

La prima del film a Parigi è stata cancellata. Gli attori Christian Bale, Anne Hathaway e Marion Cotillard hanno disdetto “immediatamente” ogni intervista al pubblico. (PIU’ SOTTO UNA VIDEO TESTIMONIANZA DEI TRAGICI FATTI)

***********************************

New York – L’Fbi starebbe valutando l’idea di aumentare il livello di allarme per la sicurezza nazionale dopo la strage che ha colpito la periferia di Denver, Lo hanno riferito fonti della sicurezza statunitense all’emittente Sky News.

Dan Oates, capo della polizia di Aurora, ha confermato che il bilancio delle vittime è di 14 morti e 50 feriti. Dieci persone sono morte nel cinema, mentre altre quattro sono decedute mentre venivano trasportate in ospedale. Secondo la Cnn le vittime sarebbero 12.

Oates ha confermato che l’autore sospettato della tragedia, di cui si conosce il nome e l’eta’, James Holmes 24 anni, è stato arrestato. Il numero uno delle forze di polizia ritiene che il ragazzo, con vestito di nero e con il volto coperto da una maschera antigas, abbia agito senza complici. Alcuni esplosivi sono stati rinvenuti nella casa del sospettato, ad Aurora.

*****************************************

New York – L’uomo sospettato di aver aperto il fuoco nel cinema in cui si stava proiettando la prima dell’ultimo film di Batman sarebbe stato fermato. Secondo il canale 9 News Denver, il numero delle vittime sarebbe salito a 14, mentre 50 sarebbero i feriti. Diversi i tweet di disperazione di amici ma anche di persone che si trovano nei pressi del luogo in cui si è verificata la tragedia.

“Oddio, non so cosa fare”, dice Caitilin, “Sì, era il mio cinema, sono fuori e uno dei miei amici è ancora dentro. Nessuno sa cosa stia accadendo”. Il Telegraph riporta le parole Hayden Miller, che si trovava all’interno del teatro, intervistato dalla Cnn: “Abbiamo sentito qualcosa come 10-20 spari e piccole esplosioni, mentre la gente urlava”.

Un altro testimone: “Un poliziotto ha attraversato l’ingresso principale tenendo in braccio una bambina, che non si muoveva. Non so chi fosse. I miei pensieri vanno alla sua famiglia e spero che stiano tutti bene, spero che la bambina stia bene e che possa riprendersi. Ma ho sentito un altro testimone nel cinema che era al telefono, dicendo di aver visto i proiettili che avevano colpito la schiena della bambina”.

****************************

New York – Una vera e propria strage: il primo bilancio parla di almeno 10 morti e 39 feriti. E’ quanto conferma la polizia di Aurora, vicino Denver. Luogo dell’attentato il teatro di “Century 16 Movie Theaters”, dove è stata trasmessa la prima dell’ultimo film di Batman, “The Dark Knight Rises”, in Italia Il cavaliere oscuro – Il ritorno. E’ quanto riporta Reuters.

Alle 2.45 ora locale di Denver (10:45 ora italiana), un uomo con una maschera in volto ha fatto irruzione nel cinema e ha sparato contro la folla. Brenda Stuart, della stazione radiofonica 850 KOA, ha reso noto che le vittime sono state uccise con colpi di arma da fuoco, ma al momento i dettagli della dinamica della strage non sono ancora ben noti. Qualcuno parla infatti anche di un’esplosione.

Intanto secondo alcune indiscrezioni l’uomo sarebbe stato catturato, secondo l’emittente Cnbc. La proiezione del film era iniziata da circa mezz’ora quando l’uomo ha fatto fuoco servendosi, probabilmente, di un gas lacrimogeno.

GUARDA IL VIDEO