STOP AL CONTRATTO FUTURES NASDAQ A CHICAGO

4 Aprile 2000, di Redazione Wall Street Italia

Il crollo di oggi sta scombussolando le tattiche di trading degli operatori piu’ sofisticati. Il contratto futures sull’indice Nasdaq 100 e’ crollato di 220 punti, al secondo dei cinque limiti imposti dal Chicago Mercantile Exchange per frenare le perdite.

Il contratto Nasdaq per giugno ha toccato il suo secondo limite di stop, un’ora dopo aver toccato la prima soglia. Una ”fermata” di 10 minuti in questi casi e’ imposta agli scambi dalle autorita della borsa di Chicago, dove vengono trattati i futures.

Il terzo limite di stop scatta quando il crollo tocca i 440 punti.