STMICRO SOFFRE SEGNALI NEGATIVI DI INTEL

3 Giugno 2002, di Redazione Wall Street Italia

Stmicroelectronics non riesce a risalire.

Il titolo della società italo-francese, che in mattinata presentava una situazione tecnica difficile, è scesa nuovamente sotto quota €29.

Il titolo, che sta trascinando anche la controllante Finmeccanica, è indebolita dai segnali negativi che arrivano dal colosso Usa Intel (INTC – Nasdaq).

La banca d’affari Ubs Warburg ha detto che la società potrebbe ridurre l’obiettivo sul fatturato del secondo trimestre da $6,4 miliardi – $7 miliardi a $6,4 miliardi – $6,8 miliardi.

La stessa società Usa ha ammesso, attraverso il proprio vicepresidente Mike Splinter, che “non ci sono segnali di ripresa nella domanda mondiale di tecnologia, al di là del normale andamento ciclico che evidenzia negli ultimi mesi dell’anno un picco stagionale”.

Il prossimo giovedì Intel darà le indicazioni di metà-trimestre: secondo alcuni il taglio dei prezzi di alcuni microprocessori potrebbe incidere molto negativamente sui conti e aprirebbe la strada a un possibile profit warning.

Per le quotazioni e i grafici IN TEMPO REALE di tutti i titoli azionari quotati a Piazza Affari, forniti da Borsa Italiana e relativi agli indici Mibtel, Mib30, Nuovo Mercato, Midex, Mibtes, Star, e inoltre per le convertibili, i derivati su titoli, indici (covered warrant) e per l’after hours, clicca in MERCATI nella sezione PIAZZA AFFARI.