STMICRO DEBOLE CERCA DI RISALIRE MA…

3 Giugno 2002, di Redazione Wall Street Italia

Stmicroelectronics ha pagato con una brutta partenza la chiusura negativa del Nasdaq.

Non aiuta il clima che si registra oggi, dopo le brutte notizie provenienti dalla società olandese KpnQwest.

Il titolo della società italo-francese di semiconduttori si trova quindi alle prese con il clima d’incertezza che pervade il settore dei tecnologici e deve anche guardarsi da una pessima situazione del titolo da punto di vista tecnico.

Ci spiegano tutto Giorgio Sogliani e Giuliano Sarricchio, analisti tecnici di Banca Sella: “Dal mese di marzo del 2001 – dicono i due analisti – e fino alla seduta del 27 aprile scorso il titolo si è mosso in una banda laterale compresa tra la media mobile a 200 giorni tra il supporto a €34,40 e la resistenza a €40”.

La violazione della media mobile ha decisamente indebolito il quadro tecnico e ha determinato una discesa che ha portato le quotazioni sotto il supporto chiave a €30 (come Wall Street Italia aveva anticipato lo scorso 29 maggio).

“Adesso – dicono ancora Sogliani e Sarricchio – il sell-off in atto terminerebbe solo sopra €30. Diversamente è possibile una discesa del titolo con obiettivo €25,20 e con supporti intermedi a €28,50 e €26,60. In un ottica intraday sarebbe molto negativa la rottura del supporto a €28,50, che farebbe scattare un’accelerazione ribassista a €27,80”.

“Viceversa – concludono i due analisti – solo sopra €30 ci sarebbe un deciso rimbalzo tecnico con obiettivo 30,40/50”.

In questo momento il titolo è in calo ma in risalita rispetto alle perdite registrate nelle battute iniziali.

Per le quotazioni e i grafici IN TEMPO REALE di tutti i titoli azionari quotati a Piazza Affari, forniti da Borsa Italiana e relativi agli indici Mibtel, Mib30, Nuovo Mercato, Midex, Mibtes, Star, e inoltre per le convertibili, i derivati su titoli, indici (covered warrant) e per l’after hours, clicca in MERCATI nella sezione PIAZZA AFFARI.