STM PESA, MA UNO SPIRAGLIO VIENE DAI FUTURE

13 Maggio 2002, di Redazione Wall Street Italia

Stmicroelectronics ha aperto con un pesante ribasso che l’ha portata a toccare un minimo di €31.

Il titolo è affossato dalle vendite che si sono concentrate sui valori tecnologici in mezzo mondo: dal Nasdaq americano venerdì scorso alla borsa di Tokio fino ai mercati europei.

Gli investitori non si sentono ancora rassicurati dalle prospettive di crescita dell’economia mondiale in generale e delle vendite di prodotti tech in particolare.

Per quanto riguarda la giornata tuttavia si avverte negli ultimi minuti una certa capacità di recupero.

L’indice eurostoxx di settore segna un calo dell’1,36% ma all’interno del paniere titoli come Alcatel o Nokia riescono a riprendersi riducendo le loro perdite o passando in positivo, mentre altri come Infineon si fanno protagonisti di forti rialzi, anche superiori ai tre punti percentuali.

La stessa Stm, pur rimanendo pesante, si solleva rispetto alla prima parte della seduta: il titolo si è portato sui €31,40.

Dietro le quinte, giocano a favore i future americani, che in questo momento sono in decisa ripresa e fanno sperare in un rimbalzo quando, tra cinque ore, Wall Street riaprirà i battenti.

Per le quotazioni e i grafici IN TEMPO REALE di tutti i titoli azionari quotati a Piazza Affari, forniti da Borsa Italiana e relativi agli indici Mibtel, Mib30, Nuovo Mercato, Midex, Mibtes, Star, e inoltre per le convertibili, i derivati su titoli, indici (covered warrant) e per l’after hours, clicca in MERCATI nella sezione PIAZZA AFFARI.