Stiglitz: impossibile continuare a perdonare i banchieri

22 Novembre 2011, di Redazione Wall Street Italia

New York – Il sogno americano e’ finito e sono le statistiche a dirlo, non teorie avventate. Per questo, c’e’ bisogno urgente di una riforma politica per superare governi “dell’1%, per l’1%, dall’1%” e una fase di depressione fatta di case vuote e un popolo di senzatetto in aumento. Questo il pensiero di Joseph Stiglitz, premio Nobel per l’economia, sullo stato delle cose in Usa.

“Viviamo in un sistema dove ai banchieri viene perdonato tutto mentre le loro vittime vengono abbandonate”. Sette milioni di americani hanno perso le loro case, 2-4 milioni le perderanno con ogni probabilita’ nei prossimi anni.

Alla critiche, Sitglitz fa seguire un avvertimento: cosi’ come avvenuto durante la Grande Depressione, l’oro come standard ha impedito quegli aggiustamenti che potevano evitare un perdurare e intensificarsi della recessione. Lo stesso potrebbe avvenire con l’euro oggi.