Stato francese sale nel capitale di Renault

8 Aprile 2015, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Il governo francese ha reso noto che lo Stato aumenterà la quota che possiede nella casa automobilistica Renault del 4,73%. Stando a quanto riporta il Wall Street Journal, l’esecutivo ha motivato la decisione con l’intento di prevenire che la norma che consente di raddoppiare i diritti di voto degli azionisti (che abbiamo detenuto azioni per più di due anni) venga bloccata, in occasione dell’assemblea generale prevista per il 30 aprile.

Parigi ha detto che acquisterà un massimo di 14 milioni di azioni Renault, che si aggiungeranno alla partecipazione del 15% che detiene al momento, per un valore compreso tra 814 milioni e 1,23 miliardi di euro.

Nella giornata di ieri, lo stato ha acquistato 9,56 milioni di azioni iniziali per un ammontare che non è stato reso noto, attraverso un intermediario finanziario; rimangono dunque 4,44 milioni di azioni da acquistare. “Questa operazione mostra la volontà e la capacità dello Stato di utilizzare tutte le armi a disposizione degli investitori per promuovere un capitalismo di lungo periodo che serve allo sviluppo e ai dipendenti delle aziende”, ha commentato con un comunicato stampa il ministro dell’Economia Emmanuel Macron. (Lna)

Fonte: Wall Street Journal