Sprint futures Usa ed euro dopo Bernanke

26 Marzo 2012, di Redazione Wall Street Italia

New York – Futures sui principali indici azionari Usa in forte balzo (vedi valori a fondo pagina) dopo le parole proferite dal presidente della Fed Ben Bernanke. Il timoniere della Banca centrale americana ha affermato che negli Stati Uniti è necessaria una maggiore crescita, al fine di ridurre la disoccupazione. “Ulteriori significativi miglioramenti della disoccupazione – dice Bernanke alla National Association for Business Economics – ci saranno solo se avremo un’accelerazione della crescita economica, pari a quella registrata l’anno scorso”.

A tal proposito, riguardo alle prossime mosse di politica monetaria della Fed Bill Gross, a capo di Pimco, il fondo obbligazionario più grande al mondo, dichiara in un messaggio su Twitter di essere convinto che la Fed darà maggiori indicazioni e imposterà le basi per un nuovo programma QE3 già nel meeting di aprile. Gli investitori tornano a scommettere sull’adozione di una nuova mossa di allentamento monetario.

Dal fronte economico, in calendario i dati sulla vendita di case con contratti in corso, che daranno informazioni sullo stato di salute del mercato immobiliare, uno dei punti deboli della ripresa. Il valore atteso parla di una variazione positiva dello 0,5% a febbraio, rispetto al +2% registrato in gennaio.

L’indice S&P500 è pronto dunque tornare a guadagnare terreno, dopo che la scorsa settimana ha registrato la peggiore performance da inizio 2012. Intanto in generale ripresa gli indici europei, dopo una performance sostanzialmente negativa dei listini asiatici, con eccezione del Nikkei di Tokyo, spinto dal leggero indebolimento dello yen.

Gli analisti avvertono che sono necessarie maggiori notizie positive per estendere la scia di rialzi, con parte degli investitori intimoriti che si possa essere andati eccessivamente oltre. Notizie negative ricevono dunque subito l’attenzione dei mercati.

Balzo dell’11% negli scambi tedeschi per Lions Gate Entertainment, grazie al successo di “The Hunger Games”, terzo al box office come migliore apertura nel fine settimana. Attesissimo ora anche negli altri paesi.

In ambito valutario, l’euro sul dollaro a $1,3321 (+0,38%) mentre contro lo yen avanza dello 0,68%, a JPY 110,13. Rapporto dollaro/yen +0,34%, a JPY 82,69.

Per terminare la panoramica sui mercati, riguardo alle commodities, i futures sul petrolio sono in rialzo dello 0,18% a quota $107,06 al barile (-0,03 dollari), mentre le quotazioni dell’oro crescono +0,90% $1.677,30 l’oncia. Rendimenti dei Treasury a dieci anni in rialzo al 2,297%.

Alle 14.51 ora italiana (le 8.51 di New York), i futures sull’indice S&P500 avanzano di 8,75 punti (+0,63%), a 1.402,75 punti.

I futures sul Nasdaq su di 18 punti (+0,66%), a 2.747 punti.

I futures sul Dow Jones guadagnano 80 punti (+0,61%), a 13.112.