Sparati 14 colpi con il primo fucile stampato in 3D

9 Agosto 2013, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Il primo fucile in 3D è stato stampato con successo alcuni giorni fa negli Stati Uniti. Le prime prove dell’arma auto prodotto hanno dato un esito positivo a livello di funzionamento, in quanto un cliente è riuscito a sparare ben 14 colpi.

Così dopo la pistola in 3D, stampata qualche mese fa e chiamata “The Liberator”, ora è arrivato anche il fucile, soprannominato invece “The Grizzly”.

Il nuovo modello è più semplice e veloce da usare>. Il proprietario e produttore, un certo Matt proveniente dalla British Columbia, la più occidentale delle province del Canada, ha infatti dichiarato: “Giorno dopo giorno ci si prende sempre più la mano e risulta più veloce anche inserire i proiettili”.

Nonostante le numerose polemiche che circondano queste nuove invenzioni che piano piano stanno prendendo via via piede negli Stati Uniti e in Canada, Paesi che in tema di controllo delle armi hanno già diversi problemi da risolvere, Matt è sicuro di avere tutto in regola: “Sono al 100% sicuro che ho rispettato la legge canadese. Ho il permesso di possedere e acquistare armi, quindi anche di crearle”.

Il video mostra come sia semplice e immediato sparare e ricaricare i proiettili con un fucile in 3D: