Spagna: Opa di E.On, Endesa decide entro sabato

21 Marzo 2007, di Redazione Wall Street Italia

I membri del consiglio di amministrazione di Endesa titolari di azioni renderanno nota alla Cnmv, la Consob spagnola, la propria volontà a titolo individuale circa l’adesione all’offerta di E.On. E’ quanto decide ieri il board di Endesa, secondo fonti della compagnia citate dalle agenzie di stampa. Endesa, contrariamente all’abitudine, non diffonderà alcun comunicato sull’esito del consiglio di amministrazione. Entro la mezzanotte di sabato prossimo, data fissata dalla Cnmv, si conosceranno le decisioni dei dieci consiglieri azionisti di Endesa, fra cui Caja Madrid (che detiene una quota del 9,9 per cento), la cui posizione è decisiva. Dal consiglio di amministrazione di Caja Madrid, riunitosi ieri, si apprende che convocherà per venerdì prossimo una riunione straordinaria per decidere in merito alla sua quota in Endesa. Il board aspetterà fino all’ultimo minuto per decidere sul da farsi. Il presidente di Enel, Piero Gnudi, dice di non essere preoccupato di un eventuale accordo tra il gruppo spagnolo Acciona e il gruppo tedesco E.On nell’ambito dell’Opa su Endesa. Intanto il ministro dell’Industria spagnolo, Joan Clos, riferendosi alla possibilità di uno scorporo di Endesa, dice che “uno spezzatino sarebbe preoccupante”.