S&P Global: “aumentano chance recessione Usa”

22 Febbraio 2019, di Mariangela Tessa

Si fanno più grigie le prospettive per l’economia americana. Gli economisti di S&P Global hanno alzato al 20-25% le probabilità di una caduta degli Stati Uniti in recessione nel 2019. Tre mesi fa le chance erano al 15-20%.

Il peggioramento della view si deve dovuto principalmente all‘appiattimento della curva dei rendimenti dei Treasury, che si ha quando i rendimenti dei titoli a lunga scadenza si avvicinano a quelli dei titoli a breve scadenza.

“Sebbene gli indicatori economici continuino a puntare a una espansione economica sostenuta, l’aumento delle preoccupazioni degli investitori per gli sviluppi economici globali ha portato alla fine dello scorso anno a una maggiore volatilità dei mercati” mettendo in dubbio quella è che la seconda più lunga espansione economica degli Usa, ha scritto il capo economista dell’agenzia di rating, Beth Ann Bovino. Secondo lei “le condizioni finanziare nelle ultime settimane si sono allentate” grazie a toni “decisamente più dovish” da parte della Federal Reserve.

A gennaio la banca centrale Usa ha promesso pazienza in materia di tassi ma dai verbali dell’ultima riunione, diffusi ieri, è emerso un istituto diviso sulla loro rotta futura. Intanto la media degli economisti, si aspetta per quest’anno una crescita del Pil intorno al 2,5% in frenata rispetto al 2,9% del 2018 (FactSet).