Soros e altri 95 scrivono all’Europa

12 Ottobre 2011, di Redazione Wall Street Italia

New York – Sul Financial Times di oggi e’ stata pubblicata una lettera di George Soros con la quale l’investitore, insieme a funzionari politici, manager e analisti finanziari tra cui George Magnus di UBS, lancia un appello per l’integrazione fiscale dell’area euro.

La salvezza dell’Unione Europea non puo’ prescindere dalla crescita, dalla creazione di un Tesoro comune e dal rafforzamento delle operazioni di supervisione.

“Noi, europei preoccupati – si legge nella lettera – esortiamo i governi dell’area euro a trovare un accordo di principi sul bisogno di un’intesa legale che 1) stabilisca un Tesoro comune che possa reperire fondi per l’eurozona e assicurare che gli stati membri aderiscano alle regole di disciplina fiscale; 2) rafforzare le operazioni di supervisione comune, di regolamentazione e di assicurazione dei depositi all’interno dell’area; e 3) sviluppare una strategia che produca sia una convergenza economica sia una crescita duratura, perche’ non si puo’ pensare di risolvere il problema del debito senza la crescita.