SORIN: RISULTATI PRELIMINARI 2010: FORTE CRESCITA DEGLI UTILI E SIGNIFICATIVA RIDUZIONE DELL’IN

10 Febbraio 2011, di Redazione Wall Street Italia

Risultati consolidati preliminari esercizio 2010: Ricavi consolidati a € 745,8 milioni, in crescita del 4,9%*° sul 2009 (8,2% a tassi di cambio effettivi); EBITDA a € 120,2 milioni (16,1% dei ricavi, rispetto a 14,4% nel 2009) e EBIT a € 71,4 milioni (9,6% dei ricavi, rispetto a 7,5% nel 2009); Utile netto in crescita del 68,6% sul 2009 a € 39,1 milioni (5,2% dei ricavi); Indebitamento finanziario netto al 31 dicembre 2010 pari a € 128,7 milioni in netto miglioramento rispetto a € 181,6 milioni al 31 dicembre 2009 e a € 156,4 milioni al 30 settembre 2010. Nel quarto trimestre 2010 i ricavi consolidati sono cresciuti del 5,7%*° a € 195,6 milioni. EBITDA a € 37,5 milioni, pari al 19,2% dei ricavi (17,4% nel quarto trimestre 2009) e EBIT a € 20,3 milioni, pari al 10,4% dei ricavi (6,6% nel quarto trimestre 2009). L’utile netto, più che raddoppiato, è stato pari a € 13,0 milioni. Per il 2011, la Società prevede ricavi consolidati in crescita del 3-5%*° rispetto al 2010, un margine EBITDA in miglioramento al 17% circa dei ricavi e un utile netto pari a circa € 49-53 milioni, in crescita del 25-35%* rispetto al 2010. Per l’esercizio 2011 la Società prevede di generare un free cash flow§ di ammontare pari a circa il proprio utile netto. * * * Dati non assoggettati a revisione contabile. * * * Il Consiglio di Amministrazione di Sorin S.p.A. (MIL:SRN) riunitosi oggi sotto la Presidenza di Rosario Bifulco, ha analizzato i risultati del quarto trimestre 2010 e i risultati consolidati preliminari dell’esercizio 2010. Il progetto di Bilancio definitivo relativo all’esercizio 2010 sarà approvato dal Consiglio di Amministrazione che si terrà il prossimo 17 marzo 2011.* A parità di tassi di cambio° A parità di perimetro§ Free cash flow: utile netto + ammortamenti e svalutazioni ± ? capitale circolante – investimenti “Siamo molto orgogliosi degli eccellenti risultati conseguiti nel quarto trimestre, a conclusione di un esercizio ricco di soddisfazione, nonostante il difficile contesto macro-economico internazionale, sul fronte dei risultati finanziari e del significativo progresso in termini di rafforzamento della nostra pipeline oltre che di un’ulteriore espansione geografica. In particolare, nel corso del 2010 abbiamo posto solide basi per sostenere il nostro progetto di crescita nel lungo termine”, ha affermato André-Michel Ballester, Amministratore Delegato di Sorin Group. EVOLUZIONE DEI RICAVI CONSOLIDATI NEL QUARTO TRIMESTRE 2010 Nel quarto trimestre 2010, Sorin Group ha realizzato Ricavi per € 195,6 milioni, in crescita del 10,6% (5,7% a parità di perimetro e tassi di cambio) rispetto allo stesso periodo nel 2009, grazie in particolare all’ottima performance della business unit Cardiopulmonary, alle valvole biologiche e ai defibrillatori. La Business Unit Cardiopulmonary (macchine cuore-polmone, sistemi per la circolazione extracorporea e per autotrasfusione) ha realizzato ricavi per € 93,9 milioni, in crescita del 6,7%*° rispetto al quarto trimestre 2009. Tale risultato rappresenta la miglior performance della business unit nel corso dell’esercizio ed è riconducibile al positivo andamento delle macchine cuore-polmone, all’incremento della quota di mercato nel comparto dei sistemi per autotrasfusione e all’ottima performance del segmento ossigenatori, anche a seguito dei benefici derivanti dall’integrazione di Gish Biomedical nel Gruppo. A livello geografico si segnala il particolare contributo positivo dei paesi emergenti. (importi in Euro/milioni)               Ricavi 4° Trim. 10 Ricavi 4° Trim. 09 Variazione % * Macchine cuore-polmone 23,5 20,9 7,6% Ossigenatori 53,2 46,3 8,1% Macchine e dispositivi per autotrasfusione 15,3 14,0 3,1% Altro 1,8 2,2 n.s. Totale Cardiopulmonary 93,9 83,3 6,3% La Business Unit Cardiac Rhythm Management (dispositivi impiantabili per la gestione delle patologie del ritmo cardiaco) ha realizzato ricavi per € 71,5 milioni, in crescita del 6,6%* rispetto al quarto trimestre 2009, grazie al positivo risultato conseguito sui principali mercati internazionali ed in particolare su quello statunitense. A livello di prodotti, la crescita è stata prevalentemente trainata dal segmento dei defibrillatori e dei CRT-D, mentre i ricavi conseguiti nel segmento dei pacemaker sono rimasti sostanzialmente stabili.* A tassi di cambio comparabili° A parità di perimetro (importi in Euro/milioni)               Ricavi 4° Trim. 10 Ricavi 4° Trim. 09 Variazione % * High Voltage (defibrillatori e CRT-D) 24,3 20,3 15,7% Low Voltage (pacemaker) 43,7 41,9 0,5% Altro 3,5 2,4 n.s. Totale Cardiac Rythm Management 71,5 64,6 6,6% La Business Unit Heart Valves (valvole cardiache meccaniche e biologiche, prodotti per la riparazione valvolare) ha realizzato ricavi per € 29,7 milioni, in lieve crescita rispetto allo stesso periodo del 2009. Il trimestre è stato caratterizzato dal buon andamento del segmento delle valvole biologiche, trainato dalla solida performance sul mercato statunitense, parzialmente controbilanciata dalla flessione registrata nel segmento delle valvole meccaniche, per la progressiva conversione a quelle biologiche. (importi in Euro/milioni)               Ricavi 4° Trim. 10 Ricavi 4° Trim. 09 Variazione % * Valvole cardiache meccaniche 14,2 14,6 -7,1% Valvole cardiache biologiche 13,8 12,2 7,3% Altro 1,7 1,3 n.s. Totale Heart Valves 29,7 28,1 0,8% RISULTATI CONSOLIDATI PRELIMINARI PER L’ESERCIZIO 2010 Nel 2010 Sorin Group ha realizzato Ricavi per € 745,8 milioni, in crescita del 4,9%*° (8,2% a tassi di cambio effettivi) rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. La Business Unit Cardiopulmonary ha realizzato ricavi pari a € 337,8 milioni nel 2010, in crescita del 2,5%*° (6,7% a tassi di cambio effettivi) rispetto all’esercizio 2009.* A tassi di cambio comparabili° A parità di perimetro (importi in Euro/milioni)               Ricavi Prel. 2010 Ricavi 2009 Variazione % * Macchine cuore-polmone 69,1 63,2 5,7% Ossigenatori 201,8 188,2 2,3% Macchine e dispositivi per autotrasfusione 58,9 56,4 0,2% Altro 7,9 9,0 n.s. Totale Cardiopulmonary 337,8 316,7 2,1% Tali risultati positivi sono riconducibili principalmente alla buona performance delle macchine cuore-polmone sui principali mercati europei e negli Stati Uniti. Considerata la posizione di leadership a livello mondiale in questo comparto, è stata posta particolare attenzione, nel corso dell’esercizio 2010, al rafforzamento del presidio esistente, attraverso l’arricchimento dell’offerta, come testimoniato dalla commercializzazione della macchina cuore-polmone di nuova generazione C5, che consente alla società di operare su più segmenti di business. Il comparto degli ossigenatori ha beneficiato dell’acquisizione, effettuata nel giugno del 2010, di Gish Biomedical, che ha ulteriormente rafforzato la presenza del Gruppo sui mercati internazionali. Nel corso dell’esercizio 2010 è proseguito l’impegno da parte del Gruppo nello sviluppo della nuova linea di ossigenatori LinOx, di cui si prevede l’ottenimento del marchio CE per la fine del corrente esercizio. Tale famiglia integrata di prodotti consentirà, oltre al rafforzamento dell’attuale posizione di mercato attraverso l’offerta di dispositivi altamente innovativi, una semplificazione nel processo produttivo e logistico con un impatto favorevole sulla redditività. Il comparto dei sistemi per autotrasfusione è rimasto stabile sui principali mercati internazionali, attraverso il mantenimento da parte del Gruppo della propria quota di mercato. In termini di nuovi prodotti, nel corso dell’esercizio è stata avviata la commercializzazione del sistema di autotrasfusione di nuova generazione XtraTM, lanciato nel settembre 2010 alla 24esima edizione del Congresso annuale EACTS a Ginevra e che ha ottenuto successivamente anche l’approvazione FDA. Il Gruppo ritiene di poter puntare su questa innovativa linea di prodotti per rafforzare la propria presenza in questo comparto sui principali mercati internazionali. La Business Unit Cardiac Rhythm Management ha registrato ricavi pari a € 284,6 milioni nel 2010, in crescita dell’8,4%* rispetto al 2009 (11,3% a tassi di cambio effettivi), trainata dalla buona performance registrata sul mercato statunitense oltre che sui principali mercati europei. Il Gruppo ha ottenuto risultati positivi sul mercato giapponese, nonostante gli effetti derivanti dall’attesa revisione dei prezzi di rimborso.* A tassi di cambio comparabili (importi in Euro/milioni)               Ricavi Prel. 2010 Ricavi 2009 Variazione % * High Voltage (defibrillatori e CRT-D) 95,1 76,4 21,6% Low Voltage (pacemaker) 179,0 170,2 2,3% Altro 10,5 9,0 n.s. Totale Cardiac Rythm Management 284,6 255,6 8,4% Nel segmento high voltage si è registrata una forte crescita per effetto della progressiva penetrazione sul mercato statunitense. Buoni risultati si sono ottenuti anche sul mercato giapponese e sui principali mercati europei. Da segnalare l’introduzione, nel febbraio 2010, della famiglia di prodotti Paradym™ CRT-D sul mercato statunitense. Paradym™ CRT-D è un dispositivo appartenente alla nuova generazione di defibrillatori per la terapia di risincronizzazione cardiaca con innovative caratteristiche in termini di elevato livello di energia, veloci tempi di ricarica e longevità, contenuti in un dispositivo di piccole dimensioni. Nel corso dell’esercizio 2010 sono stati inoltre lanciati sul mercato giapponese i prodotti Paradym™ ICD defibrillatori cardioverter impiantabili mono e bi-camerali di nuova generazione, già presenti sul mercato europeo dal 2009. Nel segmento low voltage, caratterizzato da livelli inferiori di crescita del mercato, il Gruppo ha registrato un moderato incremento, trainato dai mercati europei in cui Sorin è tradizionalmente forte. Durante l’esercizio è proseguito il consistente impegno sul fronte della ricerca e sviluppo e dell’innovazione. In particolare, sono stati portati avanti, in coerenza con i piani e in collaborazione con Orange, gli sviluppi sul sistema di Remote Monitoring, una tecnologia fortemente innovativa che consente al personale medico l’accesso ai dati dei dispositivi impiantati mentre il paziente è a casa. Il lancio sul mercato di questa importante tecnologia è previsto verso la fine dell’esercizio in corso. Inoltre, una testimonianza importante della capacità di innovazione di Sorin è rappresentata dall’annuncio dei risultati dello studio CLEAR, che ha coinvolto 156 pazienti in 51 centri ospedalieri dimostrando l’efficacia della tecnologia SonR nell’ottimizzazione della terapia di risincronizzazione cardiaca. Grazie a questa nuova tecnologia, l’ottimizzazione regolare della terapia di risincronizzazione cardiaca aumenta all’86% la percentuale dei pazienti che rispondono alla terapia, rispetto al 62% dei pazienti trattati con terapia convenzionale. La Business Unit Heart Valves ha realizzato ricavi per € 120,5 milioni, in crescita del 3,4%* rispetto al 2009 (6,8% a tassi di cambio effettivi), trainata dal comparto delle valvole biologiche.* A tassi di cambio comparabili (importi in Euro/milioni)               Ricavi Prel. 2010 Ricavi 2009 Variazione % * Valvole cardiache meccaniche 58,3 59,5 -5,0% Valvole cardiache biologiche 55,6 47,2 14,0% Altro 6,6 6,1 n.s. Totale Heart Valves 120,5 112,8 3,4% Il segmento delle valvole meccaniche è in progressiva contrazione, in linea con le attese. La performance dell’esercizio è stata positiva principalmente sui mercati emergenti. Il segmento delle valvole biologiche ha registrato una positiva performance grazie principalmente alla progressiva penetrazione della valvola MitroflowTM negli Stati Uniti. E’ proseguito nel corso dell’esercizio 2010, l’impegno nel progetto PercevalTM S, l’innovativa valvola biologica auto ancorante che ha ottenuto l’autorizzazione per la commercializzazione in Europa il 31 gennaio 2011. Indicata per la sostituzione della valvola aortica in pazienti affetti da stenosi aortica, PercevalTM S consente l’impianto tramite procedura chirurgica minimamente invasiva effettuata in tempi molto rapidi in quanto è dotata di un esclusivo dispositivo di ancoraggio autoespandibile che permette al chirurgo di sostituire la valvola malata senza dover suturare la protesi al tessuto del paziente. PercevalTM S dimostra livelli molto elevati di affidabilità nei risultati clinici: ad oggi, 25 centri cardiochirurgici in tutta Europa hanno maturato esperienza nell’impianto della valvola PercevalTM S in oltre 500 pazienti. Il Profitto Lordo è cresciuto a € 439,1 milioni, pari al 58,9% dei ricavi, rispetto a € 384,3 milioni del 2009, pari al 55,8% dei ricavi, con un sensibile miglioramento generato principalmente dalle operazioni di riduzione dei costi industriali, da un più favorevole mix sia a livello geografico che a livello di prodotto e da un positivo effetto cambio. Le spese di vendita, generali e amministrative (SG&A) sono state pari a € 293,9 milioni, pari al 39,4% dei ricavi, rispetto a € 266,7 milioni, pari al 38,7% dei ricavi, nell’esercizio 2009. La crescita, in termini di percentuale sulle vendite, è interamente attribuibile all’impatto dell’adozione dell’hedge accounting nel corso del 2010. Escludendo tale impatto, le SG&A sono scese al 38,0% dei ricavi, rispetto al 38,7% nel 2009. Le spese di Ricerca e Sviluppo (R&D) sono cresciute del 13,4% a € 66,9 milioni (€ 59,0 milioni nel 2009). L’incremento si è registrato anche in termini di maggiore peso percentuale sui ricavi, passando dall’8,6% nel 2009 al 9,0% nel 2010, confermando il costante impegno del Gruppo sul fronte dell’innovazione e dello sviluppo.* A tassi di cambio comparabili L’EBITDA nel 2010 è cresciuto del 20,9% a € 120,2 milioni, pari al 16,1% dei ricavi, rispetto a € 99,4 milioni, pari al 14,4% dei ricavi, nel 2009. L’EBIT nel 2010 è cresciuto del 38,6% a € 71,4 milioni (9,6% dei ricavi), rispetto a € 51,5 milioni (7,5% dei ricavi) nel 2009. L’impatto degli Special items è stato negativo nel corso dell’esercizio per € 6,9 milioni. In particolare hanno pesato oneri di ristrutturazione pari a € 4,5 milioni, a loro volta riconducibili a oneri pari a € 1,0 milioni sostenuti nell’ambito dell’integrazione di Gish Biomedical e ad un fondo appostato nel quarto trimestre per ulteriori € 3,5 milioni, per interventi di ristrutturazione finalizzati ad un miglioramento dell’efficacia industriale e gestionale del Gruppo. Un dettaglio degli Special items è allegato al presente comunicato. Escludendo gli Special Items, l’EBIT è cresciuto del 33,7% a € 78,3 milioni, rispetto a € 58,6 milioni nel 2009. L’Utile netto è cresciuto in modo significativo del 68,6% a € 39,1 milioni (5,2% dei ricavi), rispetto a € 23,2 milioni nel 2009 (3,4% dei ricavi). L’indebitamento finanziario netto al 31 dicembre 2010 è stato pari a € 128,7 milioni in miglioramento rispetto a € 181,6 milioni al 31 dicembre 2009 e a € 156,4 milioni al 30 settembre 2010. Il flusso di cassa netta, pari a € 52,9 milioni nell’esercizio 2010, è stato generato principalmente grazie al miglioramento della redditività e alla riduzione del capitale di funzionamento. L’impatto netto degli Special Items sulla situazione finanziaria del 2010, dettagliato in allegato, è stato marginale. Di rilievo l’esborso, pari a € 7,9 milioni, avvenuto nel quarto trimestre, relativo al perfezionamento della transazione con il dipartimento di giustizia statunitense, di cui si era data notizia in data 22 ottobre 2010. Previsioni per l’esercizio in corso Per il 2011, la Società prevede ricavi consolidati in crescita del 3-5%*° rispetto al 2010, un margine EBITDA in miglioramento al 17% circa dei ricavi e un utile netto atteso pari a circa € 49-53 milioni, in crescita del 25-35%* rispetto al 2010. Per l’esercizio 2011 la Società prevede di generare un free cash flow§ di ammontare pari a circa l’utile netto. Per il Primo Trimestre 2011 la Società prevede Ricavi in crescita di circa il 3-5%*° rispetto allo stesso periodo del 2010 e un utile netto di circa € 8-10 milioni.* A tassi di cambio comparabili° A parità di perimetro§ Free cash flow: utile netto + ammortamenti e svalutazioni ± ? capitale circolante – investimenti * * * Il dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari, Demetrio Mauro, dichiara ai sensi del comma 2 articolo 154 bis del Testo Unico della Finanza che l’informativa contabile contenuta nel presente comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri ed alle scritture contabili. * * * In aggiunta agli indicatori convenzionali previsti dagli IFRS, nel presente comunicato sono riportati degli indicatori alternativi di perfomance. Tali indicatori non devono essere considerati sostitutivi di quelli convenzionali previsti dagli IFRS, ma costituiscono un’informazione aggiuntiva, rappresentativa delle grandezze economiche, patrimoniali e finanziarie utilizzate nell’ambito dei processi decisionali interni. Per una illustrazione del significato ed del contenuto degli indicatori alternativi di performance si rimanda al Resoconto Intermedio di Gestione al 30 giugno 2010. * * * Questo comunicato stampa contiene dichiarazioni previsionali (“forward-looking statements”). Queste dichiarazioni sono basate sulle attuali aspettative e proiezioni del Gruppo relativamente ad eventi futuri e, per loro natura, sono soggette ad una componente intrinseca di rischiosità ed incertezza. Sono dichiarazioni che si riferiscono ad eventi e dipendono da circostanze che possono, o non possono, accadere o verificarsi in futuro e, come tali, non si deve fare un indebito affidamento su di esse. I risultati effettivi potrebbero differire significativamente da quelli contenuti in dette dichiarazioni a causa di una molteplicità di fattori, incluse una continua volatilità e un ulteriore deterioramento dei mercati del capitale e finanziari, variazioni nei prezzi di materie prime, cambi nelle condizioni macroeconomiche e nella crescita economica ed altre variazioni delle condizioni di business, mutamenti della normativa e del contesto istituzionale (sia in Italia che all’estero), e molti altri fattori, la maggioranza dei quali è al di fuori del controllo del Gruppo. * * * A proposito di Sorin GroupSorin Group (www.sorin.com), società multinazionale leader nel trattamento di patologie cardiovascolari sviluppa, produce e commercializza tecnologie medicali per la cardiochirurgia e per il trattamento dei disturbi del ritmo cardiaco. Il Gruppo, che conta 3.600 dipendenti in tutto il mondo, è specializzato in tre aree terapeutiche principali: bypass cardiopolmonare (sistemi di circolazione extracorporea e di autotrasfusione), gestione del ritmo cardiaco, riparazione e sostituzione di valvole cardiache. Ogni anno, oltre 1 milione di pazienti in più di 80 paesi viene trattato con dispositivi Sorin Group. Per ulteriori informazioni, visitare: www.sorin.com CONTO ECONOMICO CONSOLIDATO           Schema per funzione/destinazione   (Importi in Euro/milioni)                             4° trimestre Variazione Anno Variazione 2010 2009 % 2010 2009 %                           Ricavi netti 195,6 176,8 10,6% 745,8 689,0 8,2%   Costo del venduto (80,0) (76,9) 4,1% (306,7) (304,7) 0,7%                           Profitto lordo 115,5 99,9 15,6% 439,1 384,3 14,3% % sui ricavi netti 59,1% 56,5% 58,9% 55,8%   Spese di vendita, generali e amministrative (71,2) (65,6) 8,5% (293,9) (266,7) 10,2% % sui ricavi netti (36,4%) (37,1%) (39,4%) (38,7%)   Spese di ricerca e sviluppo (18,0) (13,8) 30,3% (66,9) (59,0) 13,4% % sui ricavi netti (9,2%) (7,8%) (9,0%) (8,6%)   Special items (6,1) (8,8) – (6,9) (7,1) –                           Risultato operativo (EBIT) 20,3 11,7 72,8% 71,4 51,5 38,6% % sui ricavi netti 10,4% 6,6% 9,6% 7,5%                           Proventi (oneri) finanziari (2,5) (3,8) -35,3% (11,6) (10,3) 12,7%   Imposte (4,0) (1,5) 158,3% (17,4) (14,6) 19,3%                           Risultato derivante dalle attività in funzionamento 13,8 6,4 117,7% 42,4 26,6 59,2%   Risultato derivante dalle attività oggetto di cessione (0,8) (1,0) -15,0% (3,3) (3,4) -4,4%                           Risultato netto 13,0 5,4 141,8% 39,1 23,2 68,6%   % sui ricavi netti   6,6% 3,0%   5,2% 3,4%                             EBITDA 37,5 30,7 22,1% 120,2 99,4 20,9% % sui ricavi netti 19,2% 17,4% 16,1% 14,4%   EBIT prima degli special items 26,4 20,5 28,4% 78,3 58,6 33,7% % sui ricavi netti 13,5% 11,6% 10,5% 8,5% ANDAMENTO DEI RICAVI 2009-2010 – ATTIVITA’ OGGETTO DI CESSIONE (a tassi di cambio comparabili)   (importi in Euro/milioni)                                 2010 2009   Q1 Q2 Q3 Q4 Q1 Q2 Q3 Q4 Ricavi Totali 167,8 185,7 169,1 186,7 162,3 177,9 161,1 177,3 Attività oggetto di cessione 1,7 0,3 0,6 0,5 1,3 1,5 1,3 1,1 Ricavi prima delle attività cedute 166,1 185,4 168,5 186,2 161,0 176,4 159,8 176,2 CONTO ECONOMICO CONSOLIDATO             Effetto introduzione hedge accounting (copertura tassi di cambio) (Importi in Euro/milioni)                           4° trimestre 2010 Effetto Anno 2010 Effetto ante hedge ante hedge accounting accounting                         Ricavi netti 195,6 195,6 – 745,8 745,8 –   Risultato operativo (EBIT) 20,3 23,8 (3,5) 71,4 82,1 (10,7) % sui ricavi netti 10,4% 12,2% 9,6% 11,0%   Proventi (oneri) finanziari (2,5) (6,5) 4,0 (11,6) (26,8) 15,2   Imposte (4,0) (3,8) (0,2) (17,4) (16,1) (1,3)                         Risultato derivante dalle attività in funzionamento 13,8 13,5 0,3 42,4 39,3 3,1   Risultato derivante dalle attività oggetto di cessione (0,8) (0,8) – (3,3) (3,3) –                         Risultato netto     13,0 12,6 0,3 39,1 36,0 3,1                       EBITDA 37,5 41,0 (3,5) 120,2 130,9 (10,7) % sui ricavi netti 19,2% 21,0% 16,1% 17,5%   EBIT prima degli special items 26,4 29,9 (3,5) 78,3 89,1 (10,7) % sui ricavi netti 13,5% 15,3% 10,5% 11,9% IMPATTO DEGLI SPECIAL ITEMS SUL RISULTATO OPERATIVO (EBIT)   (Importi in Euro/milioni)                     4° trimestre Anno 2010 2009 2010 2009                 Risultato Operativo (EBIT) 20,3 11,7 71,4 51,5   Special items proventi /(oneri):   • Transazione con Dip. Giustizia USA — (7,2) — (7,2)   • Proventi netti da acquisizione EVH — — — 0,7   • Proventi netti da accordo distribuzione in Giappone — — — 1,0   • Proventi netti da cessione fabbricato — — 1,0 —   • Oneri sicurezza stoccaggio nel sito di Saluggia — — (0,6) —   • Oneri di diretta imputazione sull’acquisizione delle attività di un distributore in Austria 0,0 — (1,4) —   • Proventi netti da cessione linee prodotti Angel 0,3 — 1,8 —   • Acquisizione Gish Biomedical (0,4) — 0,2 —   • Controversie legali (2,2) (1,0) (2,7) (1,0)   • Valutazione fondi per il personale (0,2) (0,4) (0,4) (0,2)   • Ristrutturazione (3,5) 0,1 (4,5) —   • Altri (0,1) (0,3)   (0,3) (0,4)   Totale special items (6,1) (8,8) (6,9) (7,1)                 Risultato Operativo (EBIT) prima degli special items 26,4 20,5 78,3 58,6 SITUAZIONE FINANZIARIA CONSOLIDATA       (importi in Euro/milioni)               31.12.2009 31.12.2010 30.09.2010 Variazione (*)                 – Attività finanziarie non correnti 0,1 0,7 -0,6   Attività finanziarie correnti: 1,3 – Attività per strumenti finanziari derivati – 0,5 -0,5 6,3 – Altre attività finanziarie 9,0 8,2 +0,7 10,3 – Disponibilità liquide e mezzi equivalenti 29,7 18,5 +11,2               17,9 Totale attività finanziarie 38,7 27,9 +10,8               Passività finanziarie non correnti (6,1) – Passività per strumenti finanziari derivati (7,0) (8,8) -1,8 (127,3) – Altre passività finanziarie non correnti (97,4) (113,0) -15,6   Passività finanziarie correnti (0,2) – Passività per strumenti finanziari derivati (4,1) (7,2) -3,1 (65,9) – Altre passività finanziarie correnti (58,9) (55,2) +3,7               (199,5) Totale passività finanziarie (167,5) (184,3) -16,8               (181,6) Indebitamento finanziario netto (128,7) (156,4) -27,7             (48,2) – di cui Indebitamento finanziario corrente (24,4) (35,2) -10,8 (133,4) – di cui Indebitamento finanziario non corrente (104,3) (121,2) -16,9               (*) Il segno delle variazioni è determinato con riferimento al valore assoluto PROFILO SCADENZA DELL’INDEBITAMENTO             (importi in Euro/milioni)                     2011 2012 2013 2014 2015 TOTALE e oltre                 Prestito BEI (1,3) (94,6) (95,9) Prestito Sindacato (30,7) (30,7) Altri debiti a MLT (0,6) (0,5) (0,5) (0,5) (1,3) (3,4) Securitization e factoring pro solvendo (24,2) (24,2) Altri debiti a breve termine (2,2) (2,2) Passività nette su strumenti finanziari derivati (4,1) (0,6) (6,4) (11,1) Altre attività finanziarie 9,0 0,1 9,1 Disponibilità liquide e mezzi equivalenti 29,7 29,7               Totale (24,4) (1,0) (0,5) (101,5) (1,3) (128,7)                 Durata media 2,5                     31.12.2010 31.12.2009 Variazione Riduzione / (Aumento)             Indebitamento finanziario netto (128,7) (181,6) 52,9   Special items (esborsi) / incassi   • Variazione factoring pro-soluto 7,5   • Oneri di ristrutturazione (3,2)   • Acquisizione distributori europei (3,1)   • Acquisizione Gish Biomedical Inc. (0,8)   • Cessione Angel 3,7   • Cessione fabbricato nel sito di Saluggia 1,3   • Residuo incasso transazione con Datascope per stent vascolari periferici 1,0   • Variazione capitale di funzionamento delle attività Renal Care e Vascular Therapy cedute 9,1   • Variazione strumenti di copertura di flussi finanziari (cash flow hedge) su rischio cambi e tassi (5,1)   • Esborsi per controversie legali, transazioni e altro (10,7)     Totale special items (0,4)     Variazione dell’indebitamento finanziario netto prima degli special items 53,3

Martine KonorskiDirector, Corporate CommunicationsSorin GroupTel: +33 (0)1 46 01 33 78Mobile: +33 (0)6 76 12 67 73e-mail: [email protected] RambaudiCarla VidraInvestor RelationsTel: +39 02 69969716e-mail: [email protected] StampaImage BuildingSimona RaffaelliTel. + 39 02 89011300e-mail: [email protected]