SORIN GROUP : RISULTATI DEFINITIVI 2011 CONFERMANO I DATI PRELIMINARI COMUNICATI IN DATA 9 FEBB

15 Marzo 2012, di Redazione Wall Street Italia

Risultati consolidati dell’Esercizio 2011: Ricavi pari a €743,4 milioni, in crescita dell’1,0%* (-0,3% as reported) rispetto al 2010; Profitto Lordo a €447,6 milioni, pari al 60,2% dei ricavi (58,9% nel 2010); EBITDA a €128,7 milioni, pari al 17,3% dei ricavi (16,1% nel 2010); Risultato netto in crescita del 48,5% a €58,0 milioni, pari al 7,8% dei ricavi (5,2% nel 2010). Indebitamento finanziario netto al 31 dicembre 2011 in riduzione a €105,9 milioni, rispetto a €128,8 milioni al 31 dicembre 2010. Per il 2012, la Società prevede ricavi consolidati in crescita del 2-4%* e un utile netto in crescita del 5-10% rispetto al 2011. Per il primo trimestre del 2012, la Società prevede ricavi in crescita dell’1-2%* rispetto allo stesso periodo del 2011. * * * Il Consiglio di Amministrazione di Sorin S.p.A. (MIL:SRN) riunitosi oggi sotto la Presidenza di Rosario Bifulco, ha approvato il Progetto di Bilancio dell’esercizio 2011. “I risultati definitivi dell’esercizio 2011 confermano i dati preliminari già comunicati al mercato lo scorso 9 febbraio. Il 2011 è stato un anno impegnativo sul fronte dei ricavi, in particolare per il segmento del Cardiac Rhythm Management, mentre nel Cardiopulmonary abbiamo ulteriormente rafforzato la nostra leadership a livello mondiale. I dati conseguiti nel 2011 evidenziano inoltre ottimi risultati sul fronte della redditività con un incremento dell’utile netto pari al 48% circa. Nell’esercizio 2012 continueremo ad essere focalizzati sull’implementazione di nuove iniziative sia in termini di tecnologia che di espansione geografica, in linea con il progetto di crescita di lungo termine”, ha commentato André-Michel Ballester, Amministratore Delegato di Sorin Group. Risultati consolidati per l’esercizio 2011 Nel 2011 Sorin Group ha realizzato ricavi per €743,4 milioni, in crescita dell’1,0%* (-0,3% as reported) rispetto al 2010. La Business Unit Cardiopulmonary ha realizzato ricavi pari a €344,9 milioni, in crescita del 4,2%* rispetto all’esercizio 2010. Tale performance, la migliore degli ultimi 5 anni, registra l’importante contributo positivo dei paesi emergenti ed è riconducibile all’ottima performance delle macchine cuore-polmone e dei sistemi per autotrasfusione, grazie al successo commerciale di XtraTM. Il segmento degli ossigenatori ha registrato positivi risultati principalmente nei mercati emergenti e negli Stati Uniti, dove ha beneficiato del completamento dell’integrazione di Gish durante la prima parte dell’esercizio. Nel quarto trimestre 2011, la Società ha ottenuto il marchio CE per il primo modello di ossigenatore InspireTM per adulti, di cui si prevede il lancio commerciale dell’intera della gamma nel corso del 2012. (importi in Euro/milioni)   Ricavi 2011   Variazione a paritàcambi/ perimetro % Macchine cuore-polmone 78,1 14,2% Ossigenatori 200,1 0,6% Macchine e dispositivi per autotrasfusione 61,9 6,3% Altro 4,8 ns Totale Cardiopulmonary 344,9 4,2% La Business Unit Cardiac Rhythm Management ha registrato ricavi pari a €277,5 milioni, in flessione del 2,9%* rispetto al 2010. Nel segmento high voltage si è registrata una contrazione dei ricavi principalmente riconducibile al rallentamento del mercato a livello globale e all’assenza di significativi lanci di nuovi prodotti da parte del Gruppo nei primi nove mesi del 2011 nel segmento dei dispositivi per la terapia di resincronizzazione cardiaca (CRT). Il lancio commerciale sul mercato europeo dell’innovativo dispositivo CRT SonR, avvenuto nel quarto trimestre 2011, ha fermato l’erosione della quota di mercato della Società in questo comparto. Il segmento low voltage ha visto una lieve flessione dei ricavi, nonostante il rafforzamento della propria posizione competitiva in Giappone e nei paesi emergenti, che solo parzialmente ha controbilanciato il trend di mercato negli Stati Uniti ed in Europa. (importi in Euro/milioni)           Ricavi 2011 Variazione a paritàcambi/ perimetro % High Voltage (defibrillatori e CRT-D) 90,4 -4,3% Low Voltage (pacemaker) 177,0 -1,9% Altro 10,1 ns Totale Cardiac Rhythm Management 277,5 -2,9% La Business Unit Heart Valves ha realizzato ricavi per €119,0 milioni, in crescita dell’1,5%* rispetto al 2010. Il segmento delle valvole meccaniche ha registrato una lieve flessione dei ricavi in linea con l’attesa e progressiva contrazione di questo comparto a favore delle biologiche. Il segmento delle valvole biologiche, infatti, ha registrato una performance positiva principalmente grazie al contributo della valvola sutureless PercevalTM e alla progressiva penetrazione delle valvole biologiche nei mercati emergenti e negli Stati Uniti, che hanno più che controbilanciato la debole performance sul mercato europeo. (importi in Euro/milioni)           Ricavi 2011 Variazione a paritàcambi/ perimetro % Valvole cardiache meccaniche 56,5 -1,3% Valvole cardiache biologiche 55,8 1,9% Altro 6,8 ns Totale Heart Valves 119,0 1,5% Il Profitto Lordo nel 2011 è cresciuto a €447,6 milioni, pari al 60,2% dei ricavi, rispetto al 58,9% dei ricavi nel 2010, si tratta del primo esercizio nella storia del Gruppo con una marginalità lorda superiore al 60%. Il forte miglioramento è riconducibile alle continue azioni di contenimento dei costi industriali. Le spese di Vendita, Generali e Amministrative (SG&A) sono state pari a €289,7 milioni, pari al 39,0% dei ricavi, rispetto al 39,4% dei ricavi nel 2010. Al netto dell’impatto dell’hedge accounting, le SG&A sono pari al 38,8% dei ricavi rispetto al 38,0% nel 2010, registrando una differenza imputabile al lieve incremento nelle spese di vendita e marketing per il lancio di nuovi prodotti e per i progetti di espansione commerciale a livello internazionale. Le spese di Ricerca e Sviluppo (R&D) sono cresciute del 4,7% a €70,1 milioni pari al 9,4% dei ricavi, rispetto al 9,0% nel 2010. L’EBITDA nel 2011 è cresciuto del 7,1% a €128,7 milioni, pari al 17,3% dei ricavi, rispetto al 16,1% dei ricavi nel 2010. L’EBIT è aumentato del 22,7% a €87,7 milioni, pari all’11,8% dei ricavi, rispetto al 9,6% conseguito nel 2010. L’EBIT prima degli special items è pari a €87,8 milioni nel 2011 (€78,4 milioni nel 2010). Gli oneri finanziari netti, inclusi gli adeguamenti da partecipazioni in collegate, scendono a €7,6 milioni da €11,6 milioni nel 2010. Su base run rate, gli oneri finanziari netti evidenziano una diminuzione di €1,9 milioni grazie all’inferiore indebitamento medio di periodo e ad una riduzione dello spread applicato al debito a medio-lungo termine. Il Risultato netto è cresciuto del 48,5% a €58,0 milioni, pari al 7,8% dei ricavi, rispetto al 5,2% dei ricavi nel 2010. L’indebitamento finanziario netto al 31 dicembre 2011 è pari a €105,9 milioni, in diminuzione rispetto a €128,8 milioni al 31 dicembre 2010. Il Free cash flow° generato nel 2011, pari a €37,7 milioni, è stato generato principalmente dal miglioramento della redditività, nonostante un significativo deterioramento nei termini di pagamento nel Sud Europa. Nell’esercizio 2011 l’indebitamento finanziario netto ha risentito dell’impatto sfavorevole degli special items per €14,8 milioni, che includono l’effetto negativo della differenza di fair value del portafoglio derivati di copertura del rischio tasso di cambio e gli esborsi per attività di business development (si veda dettaglio nell’allegata tabella). Con riferimento a quest’ultimo punto, si segnalano, oltre all’acquisizione del portafoglio delle cannulae di Estech, le acquisizioni di una partecipazione di minoranza in MD Start (primo incubatore di settore europeo) nonché in Enopace Biomedical (start-up focalizzata sullo scompenso cardiaco) e la definizione di una partnership per lo sviluppo del nuovo portafoglio di leads. Previsioni per l’esercizio in corso Per il 2012, la Società prevede ricavi consolidati in crescita del 2-4%* e un utile netto in crescita del 5–10% rispetto al 2011. Per il primo trimestre del 2012, la Società prevede ricavi in crescita dell’1-2%* rispetto allo stesso periodo del 2011. Si segnala che il Piano Strategico 2012-2016 verrà approvato dal Consiglio di Amministrazione del 20 settembre 2012 e che le linee guida saranno presentate alla comunità finanziaria nel corso di un incontro che si terrà in data 24 settembre 2012. * * * Risultati della Capogruppo Sorin S.p.A. Il Consiglio di Amministrazione ha approvato il Bilancio della Capogruppo Sorin S.p.A. che ha registrato un utile netto pari ad €35,0 milioni (€10,0 milioni nel 2010), proponendo di destinare tale utile a Riserva legale per €1,7 milioni e ad Utili portati a nuovo per €33,2 milioni. * * * Piano di Buy-back Sorin Group rende noto, ai sensi dell’art. 144-bis del Regolamento approvato con delibera Consob n. 11971/1991 (Regolamento Emittenti), che si è concluso, per decorrenza del termine di 18 mesi, il programma di acquisto di azioni proprie della Società autorizzato dall’Assemblea ordinaria degli azionisti in data 14 settembre 2010. Nell’ambito del suddetto programma, sono state complessivamente acquistate sul mercato n. 3.773.600 azioni ordinarie Sorin, equivalenti allo 0,79% del capitale sociale della Società, per un controvalore totale di €6.046.131. Tali azioni sono ad oggi interamente detenute dalla Società. Il Consiglio di Amministrazione nella seduta odierna ha approvato ai sensi degli articoli 2357 e 2357-ter del codice civile e 132 del Decreto Legislativo n. 58 del 24 febbraio 1998, di sottoporre alla convocanda Assemblea degli Azionisti una proposta di autorizzazione per un nuovo piano di acquisto e disposizione di azioni proprie, per un periodo di 18 mesi a far tempo dalla data dell’autorizzazione da parte dell’Assemblea, in una o più volte, su base rotativa, fino al 10% del capitale sociale di Sorin S.p.A.. La proposta è motivata dall’opportunità di dotare la Società di un valido strumento che permetta alla stessa di perseguire finalità di stabilizzazione e regolarizzazione del titolo azionario nonché di incrementare il portafoglio di azioni proprie da destinare, se del caso, a servizio di piani di incentivazione azionaria, sia esistenti sia futuri, riservati ad amministratori e/o dipendenti e/o collaboratori della Società o di altre società da questa controllate. Il Consiglio di Amministrazione propone all’Assemblea che il corrispettivo unitario per l’acquisto delle azioni sia stabilito di volta in volta per ciascuna singola operazione, fermo restando che esso non potrà essere né superiore né inferiore del 10% rispetto al prezzo di riferimento registrato dal titolo nella seduta di borsa precedente ogni singola operazione di acquisto. Per ogni altra informazione riguardante la proposta si rimanda alla Relazione degli Amministratori predisposta ai sensi dell’art. 73 del Regolamento Emittenti. * * * Convocazione dell’Assemblea degli Azionisti Il Progetto di Bilancio per l’esercizio 2011 approvato dal Consiglio di Amministrazione di Sorin S.p.A. sarà sottoposto alla prossima Assemblea degli Azionisti della Società che verrà convocata per il 27 aprile 2012 (prima convocazione) e, occorrendo, per il 30 aprile 2012 (seconda convocazione). Il Consiglio di Amministrazione ha approvato inoltre – per sottoporli all’Assemblea degli azionisti: i) La Relazione sulla remunerazione di Gruppo; ii) un nuovo piano di attribuzione di Azioni “Long-Term Incentive 2012-2014” riservato ad Amministratori e a dipendenti Sorin S.p.A. e/o di sue controllate; iii) un Piano di attribuzione di azioni al servizio del differimento, anche parziale, e della conversione in azioni, del bonus annuale relativo all’esercizio 2012 “Short Term Incentive” da parte di Amministratori, di dirigenti con responsabilità strategiche di Sorin S.p.A e/o di sue controllate; iv) una proposta di integrazione e modifica del Piano di attribuzione di azioni “Long Term Incentive 2009-2013” riservato ad Amministratori e a dipendenti di Sorin S.p.A. e/o di sue controllate, approvato dall’Assemblea il 14 settembre 2010. L’Assemblea degli Azionisti sarà chiamata inoltre a deliberare in merito alla nomina dei componenti del Consiglio di Amministrazione, previa determinazione del numero degli amministratori per gli esercizi 2012-2014 e determinazione dei relativi emolumenti, nonché in merito alla proposta di autorizzazione ad un piano di acquisto e disposizione di azioni proprie, come sopra descritta. L’Assemblea delibererà infine, in sede straordinaria, sulla proposta di attribuzione al Consiglio di Amministrazione, ai sensi dell’art. 2443 del c.c., per il periodo di cinque anni dalla data della deliberazione, della facoltà di aumentare il capitale sociale a titolo gratuito, in una o più volte, per un ammontare massimo di nominali € 10 milioni, mediante emissione di massime n. 10 milioni di azioni ordinarie del valore nominale di € 1 ciascuna da assegnare a dipendenti di Sorin S.p.A. e/o di sue controllate, ai sensi dell’art. 2349 c.c. nell’ambito di ciascuno dei Piani sopra menzionati o di analoghi Piani di attribuzione di azioni che dovessero essere approvati in futuro; l’assunzione della delibera comporterà anche la modifica dell’art. 5 dello Statuto Sociale. La documentazione richiesta dalla normativa vigente in relazione agli argomenti sopra esposti ed alle relative proposte all’Assemblea degli Azionisti, verrà depositata nei termini di legge presso la sede sociale e presso Borsa Italiana S.p.A. unitamente al bilancio consolidato 2011 e alla Relazione sulla Corporate Governance approvati in data odierna dal Consiglio di Amministrazione. La documentazione sarà anche disponibile sul sito internet www.sorin.com. * * * Il dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari, Demetrio Mauro, dichiara ai sensi del comma 2 articolo 154 bis del Testo Unico della Finanza che l’informativa contabile contenuta nel presente comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri ed alle scritture contabili. * * * In aggiunta agli indicatori convenzionali previsti dagli IFRS, nel presente comunicato sono riportati degli indicatori alternativi di perfomance. Tali indicatori non devono essere considerati sostitutivi di quelli convenzionali previsti dagli IFRS, ma costituiscono un’informazione aggiuntiva, rappresentativa delle grandezze economiche, patrimoniali e finanziarie utilizzate nell’ambito dei processi decisionali interni. Per una illustrazione del significato ed del contenuto degli indicatori alternativi di performance si rimanda al Resoconto Intermedio di Gestione al 30 giugno 2011. * * * Questo comunicato stampa contiene dichiarazioni previsionali (“forward-looking statements”). Queste dichiarazioni sono basate sulle attuali aspettative e proiezioni del Gruppo relativamente ad eventi futuri e, per loro natura, sono soggette ad una componente intrinseca di rischiosità ed incertezza. Sono dichiarazioni che si riferiscono ad eventi e dipendono da circostanze che possono, o non possono, accadere o verificarsi in futuro e, come tali, non si deve fare un indebito affidamento su di esse. I risultati effettivi potrebbero differire significativamente da quelli contenuti in dette dichiarazioni a causa di una molteplicità di fattori, incluse una continua volatilità e un ulteriore deterioramento dei mercati del capitale e finanziari, variazioni nei prezzi di materie prime, cambi nelle condizioni macroeconomiche e nella crescita economica ed altre variazioni delle condizioni di business, mutamenti della normativa e del contesto istituzionale (sia in Italia che all’estero), e molti altri fattori, la maggioranza dei quali è al di fuori del controllo del Gruppo. * * * A proposito di Sorin Group Sorin Group (www.sorin.com), società multinazionale leader nel trattamento di patologie cardiovascolari sviluppa, produce e commercializza tecnologie medicali per la cardiochirurgia e per il trattamento dei disturbi del ritmo cardiaco. Il Gruppo, che conta oltre 3.700 dipendenti in tutto il mondo, è specializzato in tre aree terapeutiche principali: bypass cardiopolmonare (sistemi di circolazione extracorporea e di autotrasfusione), gestione del ritmo cardiaco, riparazione e sostituzione di valvole cardiache. Ogni anno, oltre 1 milione di pazienti in più di 80 paesi viene trattato con dispositivi Sorin Group. * * * * A parità di tassi di cambio e di perimetro ° Free cash flow: utile netto + ammortamenti e svalutazioni ± ? capitale circolante – investimenti. Tale voce è al netto dell’impatto di special items

Per ulteriori informazioni, visitare: www.sorin.com, o contattare:Martine KonorskiDirector, Corporate CommunicationsSorin GroupTel: +33 (0)1 46 01 33 78Mobile: +33 (0)6 76 12 67 [email protected] RambaudiDirector, Investor RelationsTel: +39 02 [email protected] StampaImage BuildingSimona RaffaelliTel. + 39 02 [email protected]