SORIN GROUP PRESENTA I RISULTATI DEL TERZO TRIMESTRE 2010: PROSEGUE LA CRESCITA DEL CASH FLOW E

26 Ottobre 2010, di Redazione Wall Street Italia

Confermata la Guidance per l’esercizio 2010, rivista al rialzo in luglio: crescita dei ricavi del 4-6%°* rispetto al 2009, EBITDA al 15-16% dei ricavi, utile netto a € 36-40 milioni. L’indebitamento netto è atteso a € 150 milioni a fine esercizio. * * * Si segnala che, in applicazione dello IAS 39, a partire dal 1° gennaio 2010 il Gruppo si è dotato degli strumenti necessari all’applicazione dell’hedge accounting sugli strumenti finanziari derivati a copertura del rischio di fluttuazione nei tassi di cambio su transazioni commerciali in valuta di natura altamente probabile (cash flow hedge). Per una valutazione relativa all’impatto di tale adozione sui risultati del Gruppo si veda la tabella di riconciliazione allegata al presente comunicato. * * * Il Consiglio di Amministrazione di Sorin S.p.A. (MIL:SRN), riunitosi in data odierna sotto la Presidenza di Rosario Bifulco, ha approvato i risultati del Terzo Trimestre 2010. “E’ stato un trimestre importante, soprattutto in considerazione dei significativi progressi sul fronte dell’innovazione e dello sviluppo, come testimoniato dalla pubblicazione dei positivi risultati sulla nostra valvola sutureless Perceval STM. Siamo inoltre molto orgogliosi di aver raggiunto risultati economici e finanziari in linea con le nostre aspettative; in particolare, siamo soddisfatti della continua riduzione dell’indebitamento netto, conseguita grazie alla crescente redditività”, ha affermato l’Amministratore Delegato André-Michel Ballester. Risultati del Terzo Trimestre 2010 Nel Terzo Trimestre 2010 Sorin Group ha registrato Ricavi pari a € 180,3 milioni, in crescita dell’11,2% rispetto al terzo trimestre del 2009; escludendo le attività oggetto di cessione°, la crescita è stata pari al 5,5% a parità di tasso di cambio. La crescita è stata trainata in particolare dalle Business Unit Cardiac Rythm Management (CRM) e Valvole Cardiache (HV). La Business Unit Cardiopulmonary (macchine cuore-polmone, sistemi per la circolazione extracorporea e per autotrasfusione) ha registrato ricavi in crescita del 2,9%°* a € 82,6 milioni, realizzando una buona performance su tutti i principali mercati.Il segmento delle Macchine Cuore-Polmone ha realizzato un positivo andamento dei ricavi su tutte le principali aree geografiche e sui mercati chiave, dove è stato mantenuto il forte presidio.Il segmento degli Ossigenatori beneficia dell’integrazione di Gish Biomedical, acquisita lo scorso giugno con la finalità di rafforzare la presenza del Gruppo sui canali commerciali in particolar modo negli Stati Uniti. A parità di perimetro, il contributo del segmento è stato sostanzialmente stabile, con un positivo trend delle vendite in particolare in Giappone e nel resto del mondo.Il segmento dell’Autotrasfusione ha registrato una lieve flessione dei ricavi nonostante la buona performance in Europa e sui mercati emergenti. Nel corso del trimestre è stata avviata la commercializzazione del sistema di autotrasfusione di nuova generazione (Xtra™), lanciato alla 24esima edizione del Congresso Annuale EACTS a Ginevra. Xtra™ ha inoltre ottenuto di recente l’autorizzazione dalla FDA alla commercializzazione negli Stati Uniti. (importi in Euro/milioni)   Ricavi 3° Trim. 10   Ricavi 3° Trim. 09   Variazione % * Macchine cuore-polmone 18 16 3.3% Ossigenatori 49 43 4.7% Macchine e dispositivi per autotrasfusione 14 13 -1.7% Altro 2 2 n.s. La Business Unit Cardiac Rhythm Management (dispositivi impiantabili per la gestione delle patologie del ritmo cardiaco) ha riportato ricavi pari a € 68,3 milioni, con un incremento del 7,7%* rispetto al terzo trimestre del 2009, trainato in particolare dagli Stati Uniti e da un’ottima performance sui principali paesi europei. In entrambi i segmenti la Business Unit ha incrementato le proprie quote di mercato.Nel segmento High-Voltage la crescita dei ricavi è stata particolarmente significativa, trainata dalla favorevole penetrazione di ParadymTM CRT-D sul mercato statunitense e sui mercati europei chiave. L’approvazione di ParadymTM sul mercato giapponese è attesa per l’inizio del 2011.Nel segmento Low-Voltage la business unit ha mantenuto o rafforzato la propria presenza, in coerenza con le attese, sui principali mercati internazionali. (importi in Euro/milioni)   Ricavi 3° Trim. 10   Ricavi 3° Trim. 09   Variazione % * High Voltage (defibrillatori e CRT-D) 23 18 20.6% Low Voltage (pacemaker) 44 41 2.6% Altro 2 2 n.s. La Business Unit Heart Valves (valvole cardiache meccaniche e biologiche, prodotti per la riparazione valvolare) ha realizzato ricavi pari a € 28,9 milioni, in crescita del 7,6%* rispetto al terzo trimestre 2009, guidati in particolare dai risultati registrati negli Stati Uniti e nei paesi emergenti in entrambi i segmenti di business.Il segmento delle valvole biologiche ha confermato la buona performance dei trimestri precedenti, grazie soprattutto all’espansione della valvola biologica MitroflowTM, in particolare sul mercato statunitense.Nel corso del trimestre, durante la 24esima edizione del Congresso Annuale EACTS a Ginevra, sono stati presentati i positivi risultati clinici relativi ai primi 180 pazienti cui è stata impiantata la valvola aortica auto espandibile Perceval S™. Nell’arco temporale compreso tra aprile 2007 e gennaio 2010, 180 pazienti sono stati arruolati in due studi clinici consecutivi in 9 centri europei, con l’obiettivo di dimostrare la sicurezza e l’efficacia della valvola in pazienti ad alto rischio. I risultati clinici indicano una riduzione significativa dei tempi chirurgici, sia per gli interventi aortici isolati sia complessi, una morbilità e mortalità molto basse ed una eccezionale performance emodinamica. Ad oggi, oltre 400 pazienti sono stati arruolati nelle diverse fasi dei trials clinici. La società conferma i propri piani che prevedono l’ottenimento del marchio CE nel corso del primo semestre 2011.Il segmento delle valvole meccaniche ha mostrato una eccellente performance generata da una crescita superiore rispetto al mercato nelle principali geografie e in particolare negli Stati Uniti. (importi in Euro/milioni)   Ricavi 3° Trim. 10   Ricavi 3° Trim. 09   Variazione % * Valvole cardiache meccaniche 14 12 7.4% Valvole cardiache biologiche 14 12 8.8% Altro 2 1 n.s. (*) a cambi costanti Il Profitto Lordo ha registrato una crescita del 15,7% a € 106,1 milioni, pari al 58,9% dei ricavi, rispetto al 56,6% registrati nel terzo trimestre 2009. L’ottima performance nel trimestre è riconducibile principalmente ai costanti progressi generati dalle azioni di riduzione dei costi industriali e, in misura inferiore, rispettivamente a un più favorevole mix di prodotto e all’impatto dei tassi di cambio. Le spese di vendita, generali e amministrative (S,G&A), pari a € 74,3 milioni, sono cresciute al 41,2% dei ricavi, dal 40,5% del terzo trimestre del 2009, per l’impatto legato all’adozione del hedge accounting nel corso del 2010, che ha influito negativamente per € 3,5 milioni. Al netto di tale impatto, le SG&A si sono ridotte in termini percentuali, nonostante i maggiori investimenti nella rete commerciale e l’incremento delle spese per l’accertamento di costi legato ai Piani di incentivazione di medio lungo termine del Management. Le spese di Ricerca e Sviluppo (R&D) sono state pari a € 16,3 milioni, pari all’9,1% dei ricavi, in lieve riduzione in termini relativi rispetto al 10,0% del terzo trimestre 2009. L’EBITDA ha mostrato una crescita del 27,9% a € 25,8 milioni (14,3% dei ricavi), rispetto a € 20,2 milioni (12,5% dei ricavi) registrati nel terzo trimestre 2009, grazie principalmente all’espansione del margine lordo. L’EBIT è pari a € 14,4 milioni (8,0% dei ricavi), in crescita del 48,3% rispetto a € 9,7 milioni (6,0% dei ricavi) nel terzo trimestre 2009. Prima degli special items, dettagliati in allegato, l’EBIT è stato pari a € 15,5 milioni, pari al 8,6% dei ricavi (6,0% dei ricavi nel terzo trimestre 2009). Gli Oneri finanziari netti hanno registrato una riduzione a € 1,3 milioni da € 1,8 milioni nel terzo trimestre 2009, grazie principalmente alla riduzione del debito medio nel periodo. L’Utile netto si attesta a € 8,2 milioni, equivalente al 4,5% dei ricavi, rispetto a € 3,9 milioni, pari al 2,4% dei ricavi, nel terzo trimestre 2009. L’Indebitamento finanziario netto al 30 settembre 2010 è in ulteriore riduzione a € 156,4 milioni rispetto a € 171,2 milioni al 30 giugno 2010, considerevolmente meglio rispetto alla guidance diffusa al mercato per il periodo (circa € 165 milioni), trainato dal positivo cash flow operativo. Negli ultimi 12 mesi l’indebitamento netto si è ridotto di € 42,2 milioni (era pari a € 198,6 milioni al 30 settembre 2009), sempre per effetto della crescente redditività; infatti, le componenti positive e negative degli special items, pari a complessivi € 0,2 milioni netti, si sono bilanciate nel periodo, come dettagliato nella tabella allegata. Guidance per l’Esercizio 2010 Confermata la Guidance per l’esercizio 2010, rivista al rialzo in luglio: crescita dei ricavi del 4-6%** rispetto al 2009, EBITDA al 15-16% dei ricavi, utile netto a € 36-40 milioni. L’indebitamento netto è atteso a € 150 milioni a fine esercizio. Tale previsione tiene conto dell’esborso di $ 10 milioni (€ 7.2 milioni circa) che avverrà in ottobre, relativo alla chiusura della transazione con il Dipartimento di Giustizia statunitense, come comunicato inizialmente in data 12 marzo 2010 e confermato in data 22 ottobre u.s.. * * * Il Consiglio di Amministrazione ha altresì adeguato lo Statuto Sociale a talune disposizioni normative contenute nel D. Lgs. n. 27 del 27 gennaio 2010, relative all’esercizio di alcuni diritti degli azionisti di società quotate. Più precisamente, le modifiche statutarie hanno riguardato le modalità e i termini per la presentazione e pubblicazione delle liste per la nomina degli Organi Sociali e le modalità ed i termini per l’intervento e la rappresentanza in assemblea, con l’introduzione della possibilità di notifica della delega mediante invio del documento a una casella di posta elettronica certificata. Lo Statuto Sociale così modificato sarà disponibile sul sito internet della Società all’indirizzo www.sorin.com nella sezione dedicata ai documenti di governance, non appena perfezionata l’iscrizione del documento presso il Registro delle Imprese. * * * Infine, il Consiglio di Amministrazione ha conferito al Consigliere Massimo Tononi, nominato dall’Assemblea degli Azionisti del 14 settembre scorso, la carica di membro del Comitato Esecutivo. * * * Il dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari, Demetrio Mauro, dichiara ai sensi del comma 2 articolo 154 bis del Testo Unico della Finanza che l’informativa contabile contenuta nel presente comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri ed alle scritture contabili. * * * Questo comunicato stampa contiene dichiarazioni previsionali (“forward-looking statements”). Queste dichiarazioni sono basate sulle attuali aspettative e proiezioni del Gruppo relativamente ad eventi futuri e, per loro natura, sono soggette ad una componente intrinseca di rischiosità ed incertezza. Sono dichiarazioni che si riferiscono ad eventi e dipendono da circostanze che possono, o non possono, accadere o verificarsi in futuro e, come tali, non si deve fare un indebito affidamento su di esse. I risultati effettivi potrebbero differire significativamente da quelli contenuti in dette dichiarazioni a causa di una molteplicità di fattori, incluse una continua volatilità e un ulteriore deterioramento dei mercati del capitale e finanziari, variazioni nei prezzi di materie prime, cambi nelle condizioni macroeconomiche e nella crescita economica ed altre variazioni delle condizioni di business, mutamenti della normativa e del contesto istituzionale (sia in Italia che all’estero), e molti altri fattori, la maggioranza dei quali è al di fuori del controllo del Gruppo. * * * A proposito di Sorin Group Sorin Group (www.sorin.com) è leader mondiale nel trattamento delle patologie cardiovascolari. Il Gruppo sviluppa, produce e commercializza tecnologie medicali e terapie innovative per la cardiologia interventista e il trattamento dei disturbi del ritmo cardiaco.Con 3.600 dipendenti nel mondo, il Gruppo è specializzato in tre aree terapeutiche: cardiopolmonare (sistemi di autotrasfusione e circolazione extracorporea), gestione del ritmo cardiaco (CRM) e valvole cardiache. Ogni anno, oltre 1 milione di pazienti in 80 Paesi sono trattati con dispositivi Sorin Group.Per ulteriori informazioni, potete visitare il sito: www.sorin.com ———- ° Escludendo le attività oggetto di cessione: “Angel” (aprile 2010) e “Endovascolare” (marzo 2010) * A parità di tasso di cambio* A parità di tasso di cambio** A tasso di cambio e perimetro costante ———- CONTO ECONOMICO CONSOLIDATO Schema per funzione/destinazione (Importi in Euro/milioni)   3° trimestre   Variazione   Nove mesi al   Variazione 2010   2009 %   30.09.2010   30.09.2009 %                   Ricavi netti 180.3 162.1 11.2% 550.2 512.2 7.4%   Costo del venduto (74.2) (70.4) 5.4% (226.7) (227.7) -0.5%                   Profitto lordo 106.1 91.7 15.7% 323.6 284.4 13.8% % sui ricavi netti 58.9% 56.6% 58.8% 55.5%   Spese di vendita, generali e amministrative (74.3) (65.7) 13.1% (222.7) (201.2) 10.7% % sui ricavi netti (41.2%) (40.5%) (40.5%) (39.3%)   Spese di ricerca e sviluppo (16.3) (16.3) 0.4% (49.0) (45.2) 8.2% % sui ricavi netti (9.1%) (10.0%) (8.9%) (8.8%)   Special items (1.2) (0.1) – (0.8) 1.7 –                   Risultato operativo (EBIT) 14.4 9.7 48.3% 51.1 39.8 28.5% % sui ricavi netti 8.0% 6.0% 9.3% 7.8%                   Proventi (oneri) finanziari (1.3) (1.8) -31.5% (9.1) (6.4) 41.4%   Imposte (3.9) (3.6) 6.9% (13.5) (13.1) 2.9%                   Risultato derivante dalle attività in funzionamento 9.2 4.2 119.1% 28.6 20.3 41.0%   Risultato derivante dalle attività oggetto di cessione (1.0) (0.3) 251.5% (2.4) (2.4) -0.2%                   Risultato netto 8.2 3.9 109.2% 26.1 17.8 46.7% % sui ricavi netti 4.5% 2.4% 4.7% 3.5%                                   EBITDA 25.8 20.2 27.9% 82.6 68.7 20.4% % sui ricavi netti 14.3% 12.5% 15.0% 13.4%   EBIT prima degli special items 15.5 9.8 58.7% 51.9 38.1 36.5% % sui ricavi netti 8.6% 6.0% 9.4% 7.4% ANDAMENTO DEI RICAVI 2009-2010 — ATTIVITÀ OGGETTO DI CESSIONE (a tassi di cambio comparabili) (Importi in Euro/milioni)     2010   2009 Q1   Q2   Q3 Q1   Q2   Q3   Q4 Ricavi Totali 167.8 185.7 169.1 162.3 177.9 161.1 177.3 Attività oggetto di cessione 1.7 0.3 0.6 1.3 1.5 1.3 1.1 Ricavi prima delle attività cedute 166.1 185.4 168.5 161 176.4 159.8 176.2 CONTO ECONOMICO CONSOLIDATO Effetto introduzione hedge accounting (copertura tassi di cambio) (Importi in Euro/milioni)   3° trimestre 2010   Effetto   Nove mesi al 30.09.2010   Effetto   ante hedge   ante hedge accounting accounting                 Ricavi netti 180.3 180.3 – 550.2 550.2 –   Risultato operativo (EBIT) 14.4 17.9 (3.5) 51.1 58.3 (7.2) % sui ricavi netti 8.0% 9.9% 9.3% 10.6%   Proventi (oneri) finanziari (1.3) 7.4 (8.7) (9.1) (20.3) 11.2   Imposte (3.9) (7.5) 3.6 (13.5) (12.3) (1.2)                 Risultato derivante dalle attività in funzionamento 9.2 17.7 (8.5) 28.6 25.8 2.8   Risultato derivante dalle attività oggetto di cessione (1.0) (1.0) – (2.4) (2.4) –                 Risultato netto 8.2 16.7 (8.5) 26.1 23.3 2.8                               EBITDA 25.8 29.3 (3.5) 82.6 89.8 (7.2) % sui ricavi netti 14.3% 16.3% 15.0% 16.3%   EBIT prima degli special items 15.5 19.0 (3.5) 51.9 59.1 (7.2) % sui ricavi netti 8.6% 10.5%   9.4% 10.7%   IMPATTO DEGLI SPECIAL ITEMS SUL RISULTATO OPERATIVO (EBIT) (Importi in Euro/milioni)   3° trimestre       Nove mesi al   2010 2009 30.09.2010 30.09.2009                 Risultato Operativo (EBIT) 14.4 9.7 51.1 39.8   Special items proventi /(oneri):   • Proventi netti da acquisizione EVH — — — 0.7   • Proventi netti da accordo distribuzione in Giappone — — — 1.0   • Proventi netti da cessione fabbricato — — 1.0 —   • Oneri sicurezza stoccaggio nel sito di Saluggia — — (0.6) —   • Oneri di diretta imputazione sull’acquisizione delle attività di un distributore in Austria — — (1.4) —   • Proventi netti da cessione linee prodotti Angel — — 1.5 —   • Acquisizione Gish Biomedical al netto oneri di ristrutturazione (0.3) — (0.2) —   • Controversie legali (0.5) — (0.5) —   • Valutazione fondi per il personale — — (0.2) 0.2   • Ristrutturazione (0.1) (0.1) (0.1) (0.1)   • Altri (0.2) —   (0.2) (0.1)   Totale special items (1.2) (0.1) (0.8) 1.7                 Risultato Operativo (EBIT) prima degli special items 15.5 9.8 51.9 38.1 SITUAZIONE FINANZIARIA CONSOLIDATA (importi in Euro/milioni) 31.12.2009     30.09.2010   30.06.2010   Variazione (*)               – Attività finanziarie non correnti 0.7 0.7 -0.1   Attività finanziarie correnti: 1.3 – Crediti per strumenti finanziari derivati 0.5 – +0.5 6.3 – Altre attività finanziarie 8.2 8.8 -0.5 10.3 – Disponibilità liquide e mezzi equivalenti 18.5 18.6 -0.1               17.9 Totale attività finanziarie 27.9 28.1 -0.2               Passività finanziarie non correnti (6.1) – Debiti per strumenti finanziari derivati (8.8) (8.9) -0.0 (127.3) – Altre passività finanziarie non correnti (113.0) (117.3) -4.3   Passività finanziarie correnti (0.2) – Debiti per strumenti finanziari derivati (7.2) (11.2) -3.9 (65.9) – Altre passività finanziarie correnti (55.2) (62.0) -6.8               (199.5) Totale passività finanziarie (184.3) (199.3) -15.0               (181.6) Indebitamento finanziario netto (156.4) (171.2) -14.8             (48.2) – di cui Indebitamento finanziario corrente (35.2) (45.8) -10.6 (133.4) – di cui Indebitamento finanziario non corrente (121.2) (125.4) -4.2               (*) Il segno delle variazioni è determinato con riferimento al valore assoluto PROFILO SCADENZA DELL’INDEBITAMENTO (importi in Euro/milioni)   2010   2011   2012   2013   2014   TOTALE e oltre                 Prestito BEI (95.2) (95.2) Prestito Sindacato (15.8) (30.5) (46.3) Altri debiti a MLT (0.1) (0.6) (0.5) (0.5) (2.0) (3.7) Securitization e factoring pro solvendo (19.7) (19.7) Altri debiti a breve termine (3.3) (3.3) Debiti netti su strumenti finanziari derivati 0.5 (10.6) (5.5) (15.6) Altre attività finanziarie 8.2 0.7 8.9 Disponibilità liquide e mezzi equivalenti 18.5 18.5               Totale 8.0 (60.7) (0.5) (0.5) (102.7) (156.4)                 Durata media 2.5 Anni IMPATTO DEGLI SPECIAL ITEMS SULLA SITUAZIONE FINANZIARIA CONSOLIDATA (Importi in Euro/milioni)       30.09.2010 30.09.2009 Variazione Riduzione / (Aumento)             Indebitamento finanziario netto (156.4) (198.6) 42.2   Special items (esborsi) / incassi   • Variazione factoring pro-soluto 8.1   • Oneri di ristrutturazione (3.0)   • Acquisizione distributori europei (5.8)   • Acquisizione Gish Biomedical Inc. (0.9)   • Cessione Angel 3.7   • Cessione fabbricato nel sito di Saluggia 1.3   • Residuo incasso transazione con Datascope per stent vascolari periferici 1.0   • Variazione capitale di funzionamento delle attività Renal Care e Vascular Therapy cedute 9.4   • Variazione strumenti di copertura di flussi finanziari (cash flow hedge) su rischio cambi e tassi (6.0)   • Esborsi per controversie legali, transazioni e altro (7.6)     Totale special items 0.2     Variazione dell’indebitamento finanziario netto prima degli special items     42.0

Martine KonorskiDirector, Corporate CommunicationsSorin GroupTel: +33 (0)1 46 01 33 78Mobile: +33 (0)6 76 12 67 73/+3902438114218e-mail: [email protected] VidraInvestor RelationsSorin GroupTel: +39 02 69969716Mobile: +340 7340037e-mail: [email protected] StampaImage BuildingSimona RaffaelliTel. + 39 02 89011300e-mail: [email protected]